Home » Panorama Polonia » Boże Ciało, il Corpus Domini polacco

Boże Ciało, il Corpus Domini polacco

La festività del Corpus Domini o Corpus Christi (Boże Ciało in polacco) cade l’ottavo giovedì dopo la Pasqua ed è un giorno festivo in Polonia, dove viene celebrato dalla chiesa cattolica dal 1247 e le prime menzioni di una processione risalgono al 1320. Al significato religioso se ne mescola uno popolare. A partire dal XV secolo rappresenta infatti un’occasione di preghiera per avere bel tempo, un buon raccolto e una protezione dai disastri naturali.

Assieme alla Pentecoste è una festività che annuncia l’arrivo dell’estate e, come nel caso di tante festività cristiane, mescola elementi che hanno origine nelle più antiche tradizioni pagane. I quattro altari che appaiono nelle processioni del Corpus Christi simboleggiano i quattro vangeli ma anche i quattro elementi. La processione assume la forma di un cerchio o di un quadrato intorno agli altari, figure che rappresentano una creazione perfetta, nella quale nulla può essere cambiato o migliorato.

In molte regioni polacche, per esempio in Masovia, il percorso della processione viene decorato con fusti di calamo che riempiono l’aria di un fresco aroma ma servono anche a scacciare gli spiriti maligni. Le finestre delle case esibiscono croci, candele e immagini sacre.

Uno dei luoghi in cui si svolgono le celebrazioni più caratteristiche è Spycimierz, nella regione di Łódź. Si tratta di un piccolo villaggio di 400 persone visitato ogni anno da migliaia di turisti che vengono a vedere i tappeti di fiori usati per decorare le strade della processione. La tradizione dura da ormai due secoli. I visitatori possono ammirare le rappresentazioni floreali di episodi biblici e non solo, lungo un percorso di due chilometri. Altrettanto celebre è la processione di Łowicz, i cui partecipanti indossano costumi tradizionali con colori sgargianti che sono distintivi della regione.

Tags