Home » Panorama Polonia » FashionPhilosophy PRE-PARTY

FashionPhilosophy PRE-PARTY

Da Łódź, attraverso Bielsko-Biała, a Katowice torna FashionPhilosophy

La prima edizione di FashionPhilosophyWeek Poland si è svolta dieci anni fa, tuttavia dopo quattordici stagioni si è fermata. Dopo due anni d’assenza del marchio in Polonia FashionPhilosophy è riapparsa a Berlino e Milano per tornare nel Paese in una nuova forma. Il prossimo autunno si ricomincerà a Katowice, nello spazio post industriale della vecchia walcownia di zinco. Il marchio ha indicato il suo ritorno con l’evento FashionPhilosophy PRE-PARTY, che si è svolto il 29 giugno in via Ratuszowa a Bielsko-Biała.

Sulla passerella sono state presentate le collezioni di designer provenienti da Polonia, Germania e Brasile: Barbara Piekut – Mo.Ya Fashion, Marion Rocher – Rockmädchen, Kamila Kosowska – Kamy Mady In Krakow, Aline Celi, Marta Kuszyńska, Karolina Ratyńska – Kaya by Karo, Jarosław Ewert i Maciej Zien.

PRE-PARTY ha innovato discostandosi dalla forma dai precedenti eventi polacchi di moda con passerella all’aperto, tra i palazzi d’Art Nouveau e con la festa aperta al pubblico. Tutto questo coerente allo scopo del marchio ovvero promuovere e commercializzare la moda d’autore nel mercato polacco. Le diverse sfilate erano tutte collegate dall’attenzione alla bellezza femminile. Nella passerella regnava dolcezza ma anche forza ed energia lanciata dalla musica dal vivo dei dj di Bielsko-Biała, una città finora assente nella mappa del mondo della moda, nonostante la relazione storica con l’industria tessile polacca, che ha attirato l’attenzione dei critici, media e altri rappresentanti del settore della moda. Tutto per celebrare la nuova era nella storia del marchio e preparare gli appassionati di moda alle nuove esperienze.

Vale la pena di sottolineare il ritorno di FashionPhilosophy perchè attualmente in Polonia non si svolge una settimana della moda tipo quelle di Berlino o Milano. FashionPhilosophyFashionWeek Poland è il maggiore evento di moda nel Paese. Una manifestazione in grado di attrarre artisti, acquirenti, persone famose, media e appassionati della moda da tutto il mondo. Le sfilate e la fiera contemporanea danno l’opportunità ai designer di mostrare le loro nuove collezioni, agli investitori di fare le ricerche sul mercato e sulle tendenze, alle modelle di salire gradini nella loro carriera, al pubblico di conoscere meglio una forma d’arte indossabile: ovvero la moda. Le sfilate internazionali di moda in Polonia allargano gli orizzonti e danno migliori opportunità per promuovere i designer e creare contatti commerciali, il tutto si traduce in uno sviluppo vigoroso della moda d’autore in Polonia quale frutto del connubio tra arte e business.

FashionPhilosophyFashionWeek Poland si svolgerà due volte l’anno e presenterà i trend per le stagioni seguenti. Non per caso si è scelta Katowice. Il cuore della Slesia nasconde alcuni degli edifici di architettura post industriale più belli in Polonia. Le collezioni sono una cosa e l’ambiente della sfilata è un’altra. La nuova casa di FashionPhilosophy sarà il Museo dell’industria siderurgica di zinco Walcownia, l’unico edificio post industriale nella città che sia rimasto inalterato. In Slesia non c’è un altro, così severo e ampio, più di 5 mila metri quadrati, spazio chiuso che possa offrire un tale carattere all’evento. La forza post industriale, lo sfondo delle vecchie macchine della zincheria, alcune ancora in grado di funzionare, saranno il back ground di contrasto con le collezioni presentate. L’impressione estetica è perfettamente garantita.

La nuova edizione si svolgerà il prossimo ottobre 2018 in Slesia, ma l’attività di FashionPhilosophy non si limiterà ad una regione. Già oggi la festa FashionPhilosophy Fashion Week Berlino viene considerata evento ufficiale che apre la settimana della moda di Berlino. Non vogliamo limitare la moda polacca geograficamente ma spingerla verso le capitali europee.

FashionPhilosophy ha spiegato le ali di nuovo grazie a Kasia Stefanow (MyStyle Events), Łukasz Rzebko (Extomusic Event Agency) e Tomasz Zajda (Direttiva S.r.l).

Tags