Home » Cultura » Leonardo Lacaria, il nuovo volto italiano del cinema polacco

Leonardo Lacaria, il nuovo volto italiano del cinema polacco

Attore, modello, ballerino, Leonardo Lacaria dopo un girovagare tra Italia e Stati Uniti sta trovando la sua consacrazione professionale in Polonia. In una Varsavia prolifica sede di produzioni televisive, cinematografiche e di spot pubblicitari, Leonardo sta crescendo e ottenendo successi grazie alle numerose proposte per interpretare ruoli interessanti in serie televisive e soprattutto in produzioni cinematografiche.

“Recentemente ho avuto la fortuna di essere scelto per alcune parti da registi importanti. Il maestro Krysztof Zanussi, mi ha dato un ruolo nel suo nuovo film “Obce Cia?o” (Foreign Body), dove ho avuto la fortuna di recitare con una delle attrici polacche più famose Agnieszka Grochowska, protagonista del film che è in uscita al cinema in Italia, Polonia e Russia il prossimo autunno. Per me è stato un piacere immenso conoscere e lavorare con Zanussi persona con cui mi sono trovato subito a mio agio e con cui ho instaurato un meraviglioso rapporto di amicizia. Naturalmente spero di lavorare ancora in futuro con Zanussi. Un’altra importante opportunità di crescita me l’ha data Jerzy Stuhr, attore e regista e che mi ha offerto una parte nel film Obywatel (cittadino), anche con Stuhr sono rimasto in ottimi rapporti. E per finire è arrivata la terza parte in un film, che mi ha dato la possibilità di lavorare per il regista-attore Artur Urbanski.”

Che sensazioni hai avuto nel passare dalla tranquilla San Miniato, in Toscana, dove sei nato e cresciuto, all’attuale vivace “swinging Warsaw”?

“Varsavia è una città molto interessante e devo dire che mi trovo benissimo a lavorare con i polacchi. Diciamo che soffro solo ogni tanto qualche eccesso di serietà e drasticità nel carattere di questo popolo. Dell’Italia mi manca, appunto, la capacità dei miei connazionali di vivere con leggerezza e semplicità nonostante i problemi ed anche la buona dose di autocritica che abbiano noi italiani che al contrario qui in Polonia non è molto diffusa. Poi naturalmente mi mancano il clima, il mare e la famiglia mentre per il cibo non c’è problema perché a Varsavia si trova ogni tipo di cucina e anche di ottima qualità”.

La carriera artistica di Lacaria è iniziata con il ballo, la danza classica che ha praticato fino ai trent’anni. Competizioni, concorsi ed esibizioni e che lo hanno portato ad esibirsi addirittura in spettacoli negli Stati Uniti, come nello Schiacchianoci di Czajkowski. Dopo l’esperienza negli USA, Leonardo torna in Europa. A fine del 2010 è a Varsavia e quasi per gioco sono iniziate delle collaborazioni prima come modello in piccole sfilate, poi in spot televisivi e in serial, lavori che hanno trattenuto in Polonia Lacaria.

“Qui in Polonia le prime comparse in spot pubblicitari e apparizioni in TV si sono alla fine rivelate delle opportunità interessanti che mi hanno permesso di esprimere la mia grande passione per la recitazione unita alla possibilità di usare tre lingue: italiano, polacco e inglese. Idiomi imparati “Giorgi - Leonardo Lacariasul campo”, da perfetto autodidatta, che mi permettono di comunicare con estro e naturalezza. Questo mi ha consentito d’evidenziare una creatività tutta italiana. Così in breve tempo sono stato richiesto da quattro serial televisivi, tra cui “Pi?ty Stadion”, dove ho conosciuto e lavorato sul set con il noto attore Arkadiusz Jakubik protagonista del film “Drogówka”.”

Ed è attraverso questi primi lavori che Lacaria è stato notato da registi importanti come Krzysztof Zanussi, Jerzy Stuhr e Artur Urba?ski che lo hanno voluto come attore in tre film di prossima uscita al cinema: “Obce cia?o”, “Obywatel” e “Ojciec”. Nell’arco di nove mesi, Leonardo ha dunque preso parte a tre produzioni cinematografiche di grande rilievo. Ciò che i registi hanno apprezzato di lui è stata la sua recitazione istintiva, un estro e un improvvisazione naturale che bucano lo schermo, considerato che Leonardo non ha concluso un vero tradizionale percorso di recitazione.

Ora Leonardo Lacaria ha in programma altre produzioni televisive e cinematografiche con proposte che cominciano ad arrivare anche dall’Italia e da oltreoceano. Di recente Leonardo ha preso parte ad una sessione fotografica per l’agenzia “Charme de la mode”, indossando le giacche del noto stilista russo Alex Caprice (per info: www.charmedelamode.plhttp://www.alexcaprice.com/www.studio44.pro). “Nel frattempo con grande piacere ho collaborato con Gazzetta Italia, il magazine che unisce italiani e polacchi, per realizzare la divertente copertina a bordo della splendida Vespa sidecar!”

Leonardo Lacaria ha una fanpage su FB dove potete seguirlo:

https://www.facebook.com/pages/Leonardo-Lacaria/197727453771952?ref=hl

} else {

Tags