Home » Cucina » Pappardelle al ragù di cinghiale

Pappardelle al ragù di cinghiale

Le pappardelle al ragù di cinghiale sono un robusto primo piatto di origine toscana, per la precisione della zona di Grosseto, ma che troviamo anche nella tradizione culinaria dell’Umbria e dell’alto Lazio. Il piatto si prepara tagliando finemente al coltello la carne marinata di cinghiale, per poi farla rosolare con un trito di cipolla, carote, sedano e spezie. Si aggiungono poi del vino rosso, la passata di pomodoro, e si fa bollire il tutto per almeno un’ora e mezza. Per accompagnare le pappardelle al ragù di cinghiale è consigliabile un buon vino rosso corposo.

Ingredienti per 4 persone

Cipolle bianca 150 g

Sedano gambi 150 g

Carote 150 g

Rosmarino in polvere 1 pizzico

Salvia in polvere 1 pizzico

Alloro in polvere 1 pizzico

Pomodori passata 1 l

Peperoncino piccante 1

Sale quanto basta

Olio extravergine di oliva 1/2 bicchiere

Vino rosso corposo 300 ml

Latte 1 bicchiere

Aglio 2 spicchi

Pepe nero macinato a piacere

Cinghiale polpa magra 500 g

Pappardelle 500 g

Preparazione

Marinare la polpa di cinghiale nel vino rosso contenente aglio, cipolla, sedano e alloro per un giorno intero. Passate le 24 ore, mondate e tritate la cipolla e l’aglio e fateli rosolare in un capiente tegame contenente l’olio di oliva; aggiungete il sedano e la carota precedentemente tagliati a cubetti piccolissimi e lasciateli rosolare anch’essi insieme alle spezie.

Dopo 5-10 minuti unite la polpa di cinghiale precedentemente sgocciolata e tagliata finissima con il coltello (oppure, per maggiore comodità, tritatela con un tritacarne); fate rosolare anch’essa e poi unite il sale e il vino rosso. Quando quest’ultimo sarà completamente sfumato, aggiungete la passata, e lasciate cuocere a fuoco lento, girando di tanto in tanto, fino a che il ragù non sarà ben denso; se occorresse, aggiungete al ragù dell’acqua calda per portare a termine la cottura, che dovrebbe durare ancora un’ora circa (in tutto circa 1 ora e ½ -2, a seconda della tenerezza della carne). Quindici minuti prima del termine della cottura aggiungete il latte, mescolate bene e lasciate terminare la cottura.

Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata e poi aggiungetele al sugo, servire con parmigiano.

Tags