Home » Lifestyle » Sapori, aromi e accoglienza italiana a Sopot

Sapori, aromi e accoglienza italiana a Sopot

Tra le centinaia di bar e ristoranti di Sopot ce n’è sicuramente uno in cui si respira l’autentica atmosfera del Bel Paese: è “La Crema d’Italia”. A gestire questo delizioso locale con giardino nella centralissima ulica Bohaterow Monte Cassino è il milanese Marcello Mastroianni, che porta il nome dello straordinario protagonista dei migliori film di Fellini.

Marcello ha la moglie polacca e i figli sono nati e cresciuti a Milano fino al 2016. “Poi per ragioni di lavoro siamo venuti a Sopot. Qui mi sono subito trovato bene. Un’unica cosa mi mancava l’andare al bar come in Italia, a bersi un buon caffè e a far due chiacchiere con i baristi o con altri clienti”, racconta Marcello che, nel giugno del 2016, stanco di bere caffè allungati all’americana decide di rilevare il bar francesizzante “La creme” che diventa “La Crema d’Italia” con vera macchina per l’espresso, miscela di caffè Milano, prodotti e servizio all’italiana. “Ho deciso di cambiare totalmente l’impronta del locale, a cominciare dall’estetica, ricreando l’atmosfera dei bar italiani dove si può conversare col proprietario o con gli altri clienti gustando un vero espresso o un cappuccino fatti nel modo giusto e con un bancone che offre cannoli siciliani oltre a panini e piadine ideali per la pausa pranzo. Ci ho messo tanta passione e la conoscenza familiare dato che ho parenti che gestiscono dei locali a Milano”.

Un bar che ha subito attirato l’attenzione dei residenti della zona ma anche di quei tanti turisti scandinavi fedeli alle vacanze a Sopot che ogni volta che tornano nella Portofino polacca scelgono “La Crema d’Italia”. “Ma i migliori clienti sono i polacchi che vanno in vacanza in Italia, sulle Dolomiti d’inverno e nelle località balneari d’estate. Infatti quando tornano hanno bisogno di ritrovare i veri sapori italiani e vengono da noi per il caffè, per l’aperitivo ma anche per i panini al prosciutto o con la mortadella”, racconta Mastroianni che nel bar ha creato anche un angolo di vendita dedicato ai migliori prodotti italiani come olio toscano, vino, formaggio grana e pecorino. “Il valore aggiunto è poi il servizio, noi portiamo le ordinazioni al tavolo senza sovrapprezzo e al nostro personale facciamo dei corsi su come servire facendogli anche provare tutti i nostri prodotti in modo che sappiano di cosa stanno parlando e siano in grado di consigliare veramente i clienti” aggiunge Marcello che nel tempo ha fatto de “La Crema d’Italia” un vero e proprio angolo di Bel Paese a Sopot. “Nel nostro locale ci sono spesso incontri dedicati alle città o alle usanze italiane, appuntamenti che realizziamo in collaborazioni con la Fondazione Ital-Gedania di Roberto Polce. Abbiamo trattato tanti temi tra cui anche la storia della Fiat, della Ferrari, con macchine storiche parcheggiate fuori del locale, e naturalmente facciamo anche serate in collaborazione con Gazzetta Italia che qui da noi si trova sempre e si può leggere!”

Insomma chi cerca l’Italia a Sopot non può non provare questo locale dove i clienti abituali entrano chiamando “Marcello, Marcello” proprio come nella scena de “La Dolce Vita” quando Anita Ekberg immersa nella Fontana di Trevi richiamava l’attenzione di Mastroianni.

Tags