Home » Affari » Il Gruppo Alitalia aumenta i ricavi malgrado la crisi del settore

Il Gruppo Alitalia aumenta i ricavi malgrado la crisi del settore

Iwona Pruszkowska

 Il 14 maggio 2012 il Consiglio d’Amministrazione del Gruppo Alitalia si è riunito per esaminare l’andamento gestionale del primo trimestre dell’anno corrente. I dirigenti della società hanno sottolineato il fatto che l’inizio dell’anno non è stato favorevole per il settore del trasporto aereo. La crisi finanziaria dei paesi della zona euro ha influito negativamente sul PIL dei mercati di riferimento, quello italiano incluso, facendo calare la domanda. Secondo i dati dell’Assoaeroporti nel corso dei primi tre mesi dell’anno corrente gli aeroporti in Italia hanno servito 21,4 milioni di passeggeri. Il loro numero è stato minore di 300 mila in riferimento allo stesso periodo del 2011. Inoltre nel corso del primo trimestre dell’anno corrente sono aumentati i costi di approvvigionamento del carburante. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente il prezzo è cresciuto del 15%. Dal primo gennaio al 31 marzo il Gruppo Alitalia ha servito 4,8 milioni di passeggeri. Il numero dei clienti è rimasto invariato rispetto al primo trimestre del 2011. Vista la riduzione del numero totale dei passeggeri serviti negli aeroporti italiani, la partecipazione dell’Alitalia nel mercato è aumentata dal 22,9% al 23,5%. Nel primo trimestre del 2012 il load factor dell’azienda è risultato in crescita (dal 64% al 69%). I ricavi totali del Gruppo Alitalia sono cresciuti del 13%, raggiungendo il livello di 776 milioni di euro. Dall’indice Ebit (andamento economico) e dall’ammontare del risultato netto risulta che il Gruppo Alitalia è un giocatore forte sul mercato europeo. I dirigenti di Alitalia comunicano che l’Ebit dell’Alitalia è stato pari a 109 milioni di euro, mentre il risultato netto è stato al livello di 131 milioni di euro. Al termine del primo trimestre l’indebitamento finanziario netto ammontava a 962 milioni di euro, e la disponibilità liquida totale a 318 milioni di euro. Dal punto di vista della qualità di servizi il primo trimestre dell’anno è stato favorevole all’Alitalia, con la regolarità di voli al livello del 99% e la loro puntualità all’88,3%. Nel corso dei primi tre mesi dell’anno il Gruppo Alitalia ha acquistato 3 nuovi E-Jet Embraer. Entro la fine dell’anno la società avrà venti aerei nuovi (Airbus A330, Airbus A319, Embraer E-Jets). Il Presidente del Gruppo Alitalia Roberto Colaninno ha dichiarato: “Nonostante stiamo affrontando una fase di difficoltà straordinarie, per l’economia del Paese e per il settore, Alitalia continua ad investire. Il rinnovo della flotta, l’ampliamento del network e lo sviluppo di nuovi accordi industriali e commerciali, testimoniano la nostra volontà e il nostro impegno a crescere nel nostro ruolo di infrastruttura strategica per il Paese”.

 

Tags