Petizione perchè Hala Gwardii resti aperta fino all’inizio dei lavori di ristrutturazione

0
113
Anche se i lavori di ristrutturazione di Hala Gwardii non inizieranno prima della fine del 2024, le autorità varsaviane hanno deciso di chiudere la struttura già dal prossimo luglio. Questa decisione non è condivisa dagli affittuari dei locali commerciali, che hanno già inviato una petizione al Comune. “Chiediamo che Hala Gwardii rimanga ancora aperta in modo che noi, le nostre famiglie, i nostri dipendenti e le loro famiglie possiamo mantenere il nostro lavoro; per molti di noi questa è l’unica fonte di sostentamento. Vi lavorano più di 200 persone. In tutti questi anni siamo riusciti a creare un luogo d’incontro accogliente per tutti, distinguendoci dai nuovi locali costosi e inaccessibili per tanti varsaviani. È difficile per noi accettare la notizia della chiusura in attesa dei lavori di ristrutturazione che saranno tra più di un anno. Siamo preoccupati per il nostro lavoro, per il nostro futuro”, si legge nel loro appello.
“Hala Gwardii nella sua forma attuale è la prima a Varsavia, unica e accessibile a tutti i varsaviani, struttura con un’offerta di prodotti di alta qualità e di alto livello. L’atmosfera accogliente di questo posto è stata creata e gestita per sei anni da imprenditori appassionati e onesti. Oltre al mercato di prodotti sani e alla ricca offerta gastronomica, il centro ospita numerosi eventi culturali e di intrattenimento. Abbiamo creato noi questo clima in Hala Gwardii, come ben sanno i residenti di Varsavia, e lo abbiamo fatto seguendo attentamente le esigenze dei cittadini, nostri clienti. La nostra offerta e la forma in cui conduciamo le nostre joint venture sono il risultato dell’enorme coinvolgimento diretto di tutti i commercianti, agricoltori, imprenditori e ristoratori presenti. Noi rappresentiamo Hala Gwardia e siamo quelli che hanno ripristinato il carattere antico del luogo. Siamo autentici in quello che facciamo: per questo Varsavia si è fidata di noi e ha apprezzato quello che abbiamo creato”.