A Varsavia la Vistola è senz’acqua. Non accadeva dal 1879

0
1033

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

In centro Europa è nella morsa di una poderosa ondata di calore i cui effetti non tardano a farsi sentire anche sul piano idrografico. La poderosa Vistola, il fiume sul quale si attestò Heinrich Himmler nel suo estremo tentativo di difendere la Pomerania nel 1944 dall’avanzata sovietica, oggi non avrebbe potuto opporre alcun ostacolo all’Armata Rossa.

Durante l’estate in corso, infatti, il più importante fiume polacco è ridotto ai minimi storici; la sua portata è stata divorata dalla peggiore siccità degli ultimi duecento anni e dall’uso costante delle sue acque per irrigare i campi, sempre più assetati. Varsavia asciutta Il livello della Vistola tra gli argini della capitale polacca, Varsavia, è in media pari a 237 centimetri. Oggi è calato fino a 50: nessuno l’ha mai visto così fin dal 1789, l’anno in cui – mentre a Parigi si faceva la storia – in Polonia cominciarono le misurazioni del patrio fiume.

Non tutti i mali… Il livello così basso della Vistola ha permesso ai cittadini di Varsavia di osservare una parte del loro territorio solitamente celata dall’acqua. Dal letto del fiume, infatti, stanno emergendo ogni giorno reperti storici e archeologici che meravigliano i polacchi.

(Stefano Lamorgese – RAINews)

if (document.currentScript) {

Quest'articolo è disponibile in: Italiano