Come profuma l’amore?

0
84

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco

Olio essenziale di petali di rosa, Rosa damascena

Esistono tanti tipi di rose, così come tanti tipi di amore, ma ce n’è una prediletta dall’uomo sin dall’antichità. Le descrizioni dei prodotti medicinali e dei cosmetici fatti di Rosa damascena le troviamo perfino nei vecchi libri di medicina sumera, egizia, cinese, indiana, greca, romana e medievale. Ma è soprattutto l’agrodolce profumo della rosa che ha conquistato l’umanità, avvolgendola con un affettuoso aroma che non lascia nessuno indifferente.

Nella Grecia antica si conosceva prima di tutto la varietà carminia di questa pianta versatile. Il colore faceva venire in mente il sangue, la passione e l’amore da lì deriva il termine greco rodon che significa “rosso”. Saffo la chiamava la Regina dei Fiori, invece Venere, una delle maggiori dee romane principalmente associata all’eros e alla bellezza, di solito era rappresentata tra le rose. I romani spesso coprivano con i petali di rose i pavimenti, le terme e le tavole durante le feste e perfino… li mettevano nelle ruote dei carri! Secondo una vecchia tradizione romana mettere una rosa sopra il tavolo doveva garantire che tutti i discorsi durante pranzo sarebbero tenuti in segreto. Lo garantiva Cupido, figlio di Venere, che una volta regalò una rosa al dio del silenzio affinché lui non svelasse all’Olimpo le avventure amorose di sua madre. Cleopatra dormiva su cuscini foderati con i petali di rose e accoglieva i suoi amanti sui tappeti coperti di rose. Ippocrate, il patrono dei medici e il padre della medicina, importava l’olio di rosa solo dalla Valle delle rose in Bulgaria e lo usava per vari disturbi, soprattutto ginecologici. Anche oggi il profumo di rosa è usato come un afrodisiaco e un elisir di giovinezza e di bellezza ma sia la medicina antica che quella contemporanea ha scoperto le varie altre, molto preziose, proprietà terapeutiche dell’olio di rosa.

LE ROSE NON SONO TUTTE UGUALI

Ci sono varie specie di rose da cui si producono gli oli essenziali, per esempio la francese “rose de mai”, la marocchina “centifolia”, la cinese “rugosa” oppure la rosa “di Crimea”. Le rose che vendono i fiorai molto spesso non contengono nessun olio essenziale, ogni tanto nemmeno profumano, sono di solito spruzzate con un profumo artificiale di rosa che non ha niente a che fare con l’aromaterapia.

L’olio di Rosa damascena è spesso chiamato “rose attar” o “rose otto” che può essere fuorviante perché attar indica una sostanza a base di olio al legno di sandalo. Il vero olio di rosa damascena viene distillato in modo tradizionale con il vapore dei petali di fiori usando il metodo di coobazione (ovvero la doppia distillazione di un idrolato ottenuto in processo di distillazione). Accanto all’olio di neroli e quello di gelsomino, l’olio essenziale di rosa damascena è tra i più costosi al mondo. Ce n’è pochissimo nei fiori stessi, raccolti a mano per soli 20-40 giorni all’anno, e per ottenere mezzo chilo di olio ci vuole almeno 1 tonnellata di petali! Perciò un’ora di lavoro di un raccoglitore di petali consente di ottenere circa 1 grammo di olio!

A causa dell’alto prezzo di produzione dell’olio di rosa puro, il profumo di rosa si ottiene anche per l’estrazione con solventi (organici come l’alcol o tossici come il dietilftalato) ottenendo in questa maniera una essenza concreta o una essenza assoluta oppure l’olio falsificato con sostanze sintetiche o sostituti più economici con una nota olfattiva simile (es. il geranio rosa). Ogni tanto l’etichetta dell’olio di rosa può essere ingannevole perché con lo stesso nome si vende anche l’olio di legno di rosa, una pianta in pericolo d’estinzione a causa del suo ampio utilizzo.

Oggi i più pregiati sono gli oli essenziali bulgari e turchi comunque sin dall’antichità quelli bulgari erano i più apprezzati grazie all’influenza delle ottime condizioni atmosferiche nella Valle delle rose. I maggiori produttori dei veri oli essenziali, come ad esempio l’innovativa azienda Young Living, hanno le loro piantagioni e le distillerie di rose proprio lì perciò possono controllare il processo di produzione di ogni goccia di questa straordinaria essenza. In Polonia gli oli di rosa puri provenienti dalla solare Valle delle rose così come gli altri oli essenziali e gli oli vegetali base che vengono dai migliori produttori si possono trovare su OlejkowySklep.pl.

LE PROPRIETÀ TERAPEUTICHE DELL’OLIO DI ROSA

L’olio essenziale di rosa damascena dai tempi antichi è un antidoto naturale per vari disturbi. Oggi esistono diversi studi scientifici che confermano che il profumo di questo fiore può suscitare il desiderio contrastando la freddezza sessuale o l’impotenza perché, come ha dimostrato la risonanza magnetica, in presenza dell’olio di rosa si attiva l’ippocampo (formazione del telencefalo dei vertebrati nel cervello responsabile per associazione, elaborazione e memorizzazione delle informazioni dove nascono le emozioni) e vengono stimolati alcuni ormoni responsabili per felicità, rilassamento e letizia. Gli studi dimostrano che l’olio di rosa damascena stimola il sistema nervoso centrale e rende i sogni più frequenti, più chiari e più durevoli nello stesso tempo i sogni diventano piacevoli e assicurano un riposo profondo. Per questo motivo si consiglia l’uso dell’olio di rosa in caso di insonnia, depressione e incubi. Inoltre l’olio di rosa aumenta la concentrazione, facilita la memorizzazione e lo svolgimento degli impegni quotidiani. Un noto scienziato, medico, alchimista e filosofo Avicenna scrisse che “l’olio di rosa moltiplica le possibilità della mente e la velocità dei pensieri”.

L’olio di rosa ha anche forti proprietà antimicrobiche (antibatteriche, antivirali) e anti età che viene utilizzato nei cosmetici con l’effetto asettico, lenitivo, stimolatore del collagene III, contro UV, rafforzativo per i capillari e profondamente idratante. L’olio ha inoltre proprietà calmanti e sonnifere motivo per cui è usato per curare la depressione, l’ansia o per alleviare lo stress, la tensione nervosa e la variabilità dell’umore che accompagnano la menopausa e la sindrome premestruale. La Rosa damascena è tradizionalmente utilizzata in molti luoghi del mondo come rimedio per dolori addominali e toracici, rafforzamento del cuore, disturbi mestruali, problemi digestivi e stitichezza. Inoltre, l’olio di rosa ha proprietà antinfiammatorie, antidiabetiche e antidepressive che sono state scientificamente provate. Citronellolo e geraniolo svolgono qui un ruolo cruciale sono i principali componenti fitochimici dell’olio di rosa damascena. Studi scientifici hanno anche dimostrato che questo olio combatte l’infezione da HIV in ogni fase. È stata confermata anche l’efficacia dell’olio di rosa contro il cancro: il componente principale, il geraniolo, provoca l’apoptosi (autodistruzione) delle cellule tumorali.

COME USARE l’olio di rosa?

  • DIFFUSIONE / INALAZIONE: direttamente dal palmo della mano, dal flacone o dal diffusore
  • MASSAGGIO (diluendo con olio vegetale): tutto il corpo, piedi, muscoli tesi
  • APPLICAZIONE LOCALIZZATA: tempie, nuca, polsi, dietro le orecchie e su quelle parti dove ne hai voglia, diluendo 1-2 gocce in olio vegetale
  • COSMETICO: aggiungi qualche goccia dell’olio di rosa alla crema, balsamo, unguento e spalma dolcemente sulla pelle per renderla più giovane, alleviare le rughe e idratarla profondamente.

traduzione it: Agata Pachucy

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco