Gli emendamenti di legge relativi a Codice della strada e Codice energetico

0
89

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Il Consiglio dei Ministri ha accettato il progetto dell’emendamento nel Codice della strada. La nuova legge propone una serie di soluzioni che renderebbero più sicure le strade. “La sicurezza sulle nostre strade […] deve aumentare. È una priorità per il nostro governo”, ha detto Andrzej Adamczyk, il ministro dell’infrastruttura. Il primo cambiamento riguarda la sicurezza dei pedoni. Secondo la versione attuale del Codice, un automobilista è obbligato a procedere con la massima cautela avvicinandosi ad un attraversamento pedonale e deve dare la precedenza ai pedoni. Secondo la legge nuova un automobilista sarà obbligato a osservare non solo l’attraversamento delle strisce pedonali ma anche i dintorni e dovrà dare la precedenza anche ad un pedone che sta per attraversare la strada. Anche i pedoni saranno obbligati ad essere più cauti. Per esempio, l’uso dei cellulari o altri apparecchi, che possono deteriorare la percezione visuale, saranno vietati sugli attraversamenti. Un altro cambiamento importante riguarda la distanza di sicurezza tra le auto. Numerosi incidenti accadono a causa della cosiddetta “guida sul paraurti”, troppo vicino alla macchina che precede. Secondo l’emendamento, la distanza di sicurezza dovrà essere la metà della nostra velocità, allora quando andiamo ad una velocità di 100km/h la distanza non potrà essere inferiore a 50m. Addirittura, la velocità massima non potrà mai superare 50km/h nei centri abitati. Anche questo cambiamento serve alla protezione dei pedoni. Le ricerche dimostrano, che un pedone ha una probabilità del 95% di sopravvivere una collisione con una macchina, che va ad una velocità inferiore a 30 km/h. Nel caso delle macchine che superano 50 km/h, quelle probabilità si riducono drasticamente. Il Consiglio dei Ministri ha anche accettato il progetto dell’emendamento nel Codice energetico. Il progetto aiuterà ad adeguare la legge polacca a quella dell’Unione europea. Grazie all’introduzione del sistema di misurazione intelligente, i cittadini dovranno pagare solamente per l’energia davvero consumata, invece di pagare sulla base della prognosi del consumo. Secondo le proiezioni, l’80% delle case avranno già i contatori entro la fine dell’anno 2028. La maggioranza degli emendamenti entrerà in vigore 14 giorni dopo l’annuncio nella Gazzetta Ufficiale.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano