I numeri dell’aiuto dei privati per l’Ucraina

0
86

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

L’Istituto economico polacco ha stimato il valore degli aiuti privati ​​per i rifugiati dall’Ucraina. Dall’inizio dell’invasione, i polacchi hanno speso circa 10 miliardi PLN nei primi mesi di guerra, secondo un rapporto dell’Istituto economico polacco. La spesa pubblica per gli aiuti ammonta a circa 15,9 miliardi PLN. Il direttore dell’Istituto statale di economia, Piotr Arak, ha sottolineato che il valore stimato della spesa totale annua delle autorità pubbliche per aiutare i rifugiati, insieme all’importo della spesa privata dei polacchi a tal fine solo nei primi tre mesi di guerra, ammonta a un totale di 25,4 miliardi PLN, che corrisponde allo 0,97 per cento PIL polacco nel 2021. Come calcolato dal PIE, il 70% degli intervistati ha partecipato ad attività di aiuto nei primi mesi e la metà di loro è stata coinvolta nell’aiutare i rifugiati sia all’inizio della guerra che nelle settimane successive. Le forme di sostegno più popolari erano l’assistenza in natura e i trasferimenti di denaro. L’istituto ha riferito che il 59% degli intervistati erano impegnati nell’acquisto degli articoli necessari e il 53% ha donato denaro ai profughi. A sua volta, il 7% degli intervistati ha dichiarato di aver messo a disposizione dei rifugiati il ​​proprio appartamento. In totale, i polacchi hanno stanziato 9-10 miliardi PLN per aiutare i rifugiati. È stato anche notato che questo è più della spesa in beneficenza per tutto il 2021. Le persone con il reddito più alto (oltre 5.000 PLN) hanno aiutato di più, ma anche le persone che guadagnano meno di 2.000 PLN netti hanno aiutato. Si è anche notato che il livello di istruzione di chi aiuta si è rivelato importante. Le persone con un’istruzione superiore sono state maggiormente coinvolte nell’aiuto (circa 10 punti percentuali in più rispetto alle persone di altri gruppi). Gli autori del rapporto hanno indicato che nel tempo il numero di persone attivamente coinvolte nell’aiuto ai rifugiati è diminuito. A cavallo tra aprile e maggio, solo il 57% degli intervistati ha dichiarato la partecipazione a una qualche forma di attività per l’Ucraina.

https://tvn24.pl/biznes/najnowsze/pomoc-dla-ukrainskich-uchodzcow-wyliczenia-pie-polacy-wydali-okolo-10-mld-zlotych-5939120

Quest'articolo è disponibile in: Italiano