Kurtyka: false le notizie circolanti sulle radiazioni di Cernobyl

0
314

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Il Ministro del Clima Michaił Kurtyka ha fatto appello con un post su Twitter ai suoi utenti in merito alle presunte radiazioni dovute dagli incendi nelle foreste circostanti Černobyl’. “Le informazioni apparse in rete sul rischio di radiazioni sono false. Stiamo monitorando la situazione in Polonia ventiquattrore su ventiquattro in circa sessanta stazioni di misurazione sparse su tutto il territorio, che non indicano nulla di allarmante. Evitate di condividere informazioni e notizie infondate. In questo momento il Governo sta combattendo contro il Covid-19, e non dobbiamo perciò creare allarmismi”. Gli incendi nell’area boschiva di Černobyl’ sono scoppiati il 4 aprile e solo dopo dieci giorni i pompieri sono riusciti a domarli. Mercoledì l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica ha emesso una direttiva in cui si sconsiglia vivamente l’assunzione di preparati d’iodio, i quali sono da assumere solo in presenza di alte quantità di Radioiodio (o Iodio-137) scomparsi dall’area di Černobyl’ già dopo pochi mesi dal disastro nucleare del 1986. Nella zona contaminata è invece presente il Cesio-137, ovvero un isotopo radioattivo sottoprodotto dalla fissione nucleare dell’uranio, che persiste nell’ambiente all’incirca trent’anni; tuttavia secondo i dati dell’Agenzia non si registrerebbero casi di aumento del Cesio-137 in Polonia.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano