Marchi polacchi registrati da cinesi

0
136

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Come informa il giornale Rzeczpospolita, tante aziende polacche che provano a registrare il proprio marchio in Cina scoprono che non lo possono fare. Sul sito dell’Ufficio brevetti cinese (CTMO) chinatrademarkoffice.com si trovano i marchi polacchi già registrati da soggetti provenienti dalla Cina. Come spiega l’esperto del mercato cinese Jacek Strzelecki, per un esportatore i problemi cominciano spesso dopo una fiera in Cina perché alcuni visitatori frequentano le fiere soltanto per controllare se le aziende hanno già registrato il proprio marchio nel CTMO. La perdita della tutela del marchio può portare anche al divieto di commercio in Cina. Ci sono tre modi di riacquistare la tutela: l’esportatore può opporsi alla registrazione ma ha solo tre mesi per farlo, si può anche chiedere di annullare la registrazione, un’altra opzione è la negoziazione con il titolare cinese della tutela del marchio, ma ciò può costare circa 50-200 mila yuan.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano