Ringraziamenti alla Polonia da Papa Francesco e Ursula von der Leyen

0
107

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

All’udienza generale, nel giorno in cui comincia il cammino quaresimale, Papa Francesco ha parlato della situazione in Ucraina. Salutando i polacchi il Papa ha ricordato che, per prima, questa nazione ha sostenuto l’Ucraina, aprendo confini, cuori e porte delle case agli ucraini che scappano dalla guerra. Complimenti alla Polonia arrivano anche dalla Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen che durante la sessione straordinaria del Parlamento europeo ha affermato: “Sono particolarmente grata a Polonia, Romania, Slovacchia e Ungheria per aver accolto donne, uomini e bambini dall’Ucraina”. Von der Leyen ha affermato che a 30 anni dal conflitto nei Balcani, la guerra è tornata in Europa. Ursula von der Leyen ha accusato il presidente russo Vladimir Putin di averne la responsabilità. La von der Leyen ha affermato che il numero delle vittime sta crescendo terribilmente in Ucraina. Sempre più uomini, donne e bambini muoiono perché Vladimir Putin ha deciso che l’Ucraina non ha il diritto di esistere. La presidente della Commissione europea. ha dichiarato che l’UE non accetterà mai l’aggressione russa contro l’Ucraina. Ursula von der Leyen ha ribadito che l’Unione europea ha chiuso lo spazio aereo per gli aerei russi e ha annunciato il congelamento dei beni degli oligarchi russi e il sequestro dei loro immobili, dei loro yacht e delle loro auto di lusso. La presidente della Commissione europea ha anche affermato che i media statali russi e le loro filiali non saranno più in grado di diffondere menzogne per giustificare la guerra di Putin. Volodymyr Zelensky, presidente dell’Ucraina, ha parlato anche con i politici dell’UE connettendosi a distanza con gli eurodeputati durante una sessione plenaria straordinaria organizzata per discutere dell’aggressione russa ai danni dell’Ucraina. La sala plenaria del Parlamento europeo era allestita con i colori della bandiera ucraina. Molti deputati e commissari dell’UE avevano nastri blu e gialli appuntati ai risvolti delle giacche, alcuni hanno portato alla sessione bandiere ucraine. La presidente del Parlamento europeo ha annunciato di voler vietare le visite nell’edificio ai rappresentanti del Cremlino.

https://www.polskieradio24.pl/5/1223/Artykul/2911400,Dziekuje-szczegolnie-Polsce-Rumunii-Slowacji-i-Wegrom-Szefowa-KE-przed-Parlamentem-Europejskim

Quest'articolo è disponibile in: Italiano