Vice portavoce del PiS: le elezioni si terranno nel 2023, a fine legislatura

0
53

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

“La posizione di Prawo i Sprawiedliwość è chiara e invariata: le elezioni parlamentari dovrebbero svolgersi alla normale cadenza della legislatura ovvero nel 2023″, ha affermato Radosław Fogiel, vice portavoce del PiS. Interrogato sulla possibilità di elezioni anticipate, Fogiel ha dichiarato: “Abbiamo una maggioranza stabile, come dimostrato dall’adozione del bilancio, con forse la maggiore mobilitazione dell’opposizione lo scorso anno”. Tuttavia, come ha affermato, “nessun politico può escludere una ipotesi di elezioni anticipate, tuttavia nessuno sostiene tale ipotesi”, ha assicurato. Alla domanda se il presidente del PiS Jarosław Kaczyński stia considerando di allontanare Zbigniew Ziobro dal governo e se si stia prendendo in considerazione lo scenario del governo di minoranza, Fogiel ha affermato che “un governo di minoranza non è mai una buona soluzione”. “Potrebbe essere una soluzione temporanea, ma nessuno cercherà deliberatamente di istituire un governo di minoranza”, ha assicurato. Il vice portavoce del PiS ha anche valutato che “non c’è rabbia verso nessuno dei partner della coalizione, siamo uniti da ideali comuni”. Ha anche sottolineato che “l’apertura al confronto ha sempre caratterizzato la Zjednoczona Prawica”. Il capo del gabinetto del presidente, Paweł Szrot, interrogato sulla possibilità di elezioni anticipate, ha precisato che “questa è politica, e in politica non si può escludere alcuna soluzione”. “Ma c’è una questione di probabilità”, ha aggiunto. Ha ricordato che “il presidente è il custode della costituzione, il che significa anche che è il custode dei termini legislativi”. Szrot ha ammesso che il presidente “ha tenuto incontri e colloqui con entità che partecipano alla Zjednoczona Prawica”. Il presidente del Sejm, Piotr Zgorzelski (PSL), ha a sua volta sottolineato che “nessuno sa ad oggi se ci saranno elezioni anticipate”. Secondo lui, sia le condizioni esterne che quelle interne si sovrapporranno. “Potrebbe essere per la pressione dell’Unione europea per l’integrazione a causa di ciò che sta accadendo nel mondo. In vista di queste sfide, il PiS dovrà rispondere se è favorevole alla creazione della cosiddetta zona di sicurezza e sviluppo, o se vuole alienarsi l’Unione diventando un paese che nell’era della globalizzazione non avrà nulla di certo, né sicurezza energetica né sicurezza personale” ha sottolineato Zgorzelski. Come ha spiegato, “questo potrebbe essere uno di quei motivi esterni a cui il PiS deve rispondere”. “Se vuoi essere all’interno dell’Unione europea, devi cacciare dal governo il partito che si oppone all’Unione, cioè la Solidarna Polska,” ha sottolineato Zgorzelski.

https://www.pap.pl/aktualnosci/news,1042085,wicerzecznik-pis-wybory-powinny-sie-odbyc-w-terminie-konstytucyjnym.html

Quest'articolo è disponibile in: Italiano