Home » Lifestyle » sport » Il Brasile perde la partita e la testa

Il Brasile perde la partita e la testa

di Konrad Pustu?ka

Il Brasile ha portato ai Mondiali di Pallavolo in Polonia una squadra nazionale sicuramente forte e allenata da un bravissimo allenatore. Ma purtroppo sembra che i brasiliani non sappiano gestire le proprie emozioni fuori dal campo. Ieri dopo la prima sconfitta nei mondiali hanno reagito in modo pessimo, dando esempio di maleducazione. Cominciando dal responsabile della squadre il c.t.  Bernardo Rezende, che mostrato un dito medio al giornalista polacco Tomasz Gorzadowski, quando gli è stato chiesto un commento dopo la partita. Inoltre Rezende non si è presentato alla conferenza stampa, scusandosi con la mancanza del tempo perché deve preparare la squadra per la partita contro la Russia. Anche i giocatori “canarinhos” si sono comportati in modo maleducato, fuggendo e non volendo passare per la cosiddetta zona mista, dovi erano attesi dai giornalisti per le consuete interviste. I brasiliani ritengono d’essere vittima di un sistema che favorisce i polacchi, che hanno un giorno in più per riposare tra le partite. Diritto che doveva spettare a loro perché hanno vinto il proprio girone mentre la Polonia era arrivata seconda nel suo girone. Supponendo che il c.t. brasiliano possa aver ragione su questo argomento, il tema del riposo non valeva per la partita di ieri e casomai varrebbe per la partita di oggi. Le grandi squadre sono quelle che oltre a saper vincere sanno anche perdere, purtroppo la squadra brasiliana ha ancora molto da imparare su questo punto.

Tags