Cala il consumo del pane

0
91
Chleb

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Secondo i dati citati da Piotr Połomski, l’esperto del mercato dei prodotti da forno e membro della giuria del concorso Master Baker, si osserva un calo per quanto riguarda il consumo del pane tra i polacchi. Nel 2020 la media mensile per una persona era 2,57 kg, ed è diminuita dell’8% rispetto all’anno scorso. Si ritiene che il motivo del cambiamento dovrebbe essere il maggiore interesse per il cibo sano durante la pandemia, visibile soprattutto sul mercato degli integratori alimentari, cresciuto di qualche punto percentuale. Secondo Połomski, i produttori del pane dovrebbero usare più farina integrale possibile, soprattutto appena macinata, che ha una composizione identica a quella del chicco da cui proviene. “La Polonia è una potenza nella produzione di cereali, ben il 24% della superficie del Paese è seminata a cereali e, paradossalmente, il problema più grande è la mancanza di un’ampia disponibilità di cereali disponibili per la vendita al dettaglio”, osserva l’esperto.

https://www.portalspozywczy.pl/inne/wiadomosci/dlaczego-spozycie-chleba-spada,204473.html

Quest'articolo è disponibile in: Italiano