Commemorazione del massacro dei polacchi in Volinia l’11 luglio 1943

0
121
Warszawa, 11.07.2022. Prezydent RP Andrzej Duda podczas uroczystoœci z okazji Narodowego Dnia Pamiêci Ofiar Ludobójstwa dokonanego przez ukraiñskich nacjonalistów na obywatelach II Rzeczypospolitej Polskiej, 11 bm. na skwerze Wo³yñskim w Warszawie. (mr) PAP/Pawe³ Supernak

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Foto PAP / Paweł Supernak

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

L’11 luglio 1943, fu il culmine del massacro della Volinia, l’azione di sterminio di massa dei civili polacchi da parte dell’Organizzazione dei nazionalisti ucraini di Stepan Bandera (OUN-B), dell’esercito insurrezionale ucraino (UPA) e della popolazione civile ucraina. Alla cerimonia di commemorazione era presente il presidente Andrzej Duda ed il Primo Ministro Mateusz Morawiecki e si è svolta in Piazza Volin a Varsavia. “L’11 luglio 1943, culminarono i crimini commessi contro i polacchi che vivevano in particolare in Volinia. Questo crimine era in realtà un genocidio, perché il suo scopo era quello di effettuare la pulizia etnica uccidendo i polacchi” ha ricordato il presidente Andrzej Duda. Duda ha ricordato che sono state sterminate oltre 100.000 persone. Nel suo discorso commemorativo Duda ha ricordato i tragici eventi dell’11 luglio 1943, sottolineando l’importanza di questo evento storico che non va dimenticato. Il presidente ha detto che la storia non è fatta di vendette e rappresaglie. “Non ci sono polacchi oggi che non sappiano cosa è stato il massacro della Volinia. Eppure invitano gli ucraini sotto il loro tetto(..)” ha detto, sottolineando la speranza che il conflitto in Ucraina finisca presto. Duda ha detto che lunedì il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha inviato alla Verkhovna Rada dell’Ucraina un disegno di legge sulla concessione ai polacchi di uno status speciale in Ucraina. Il presidente ha anche sottolineato l’importanza del trovare e identificare le sepolture di tutte le vittime del crimine dell’11 luglio 1943.

https://www.pap.pl/aktualnosci/news,1344621,prezydent-o-wolyniu-dla-nas-ogromnie-bolesny-temat-dla-ukraincow-trudny-bo

Quest'articolo è disponibile in: Italiano