La svalutazione dello zloty allontana i polacchi dagli standard salariali europei

0
295
dav

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

In termini di livello dei salari nominali, la Polonia è in ritardo rispetto agli altri paesi dell’UE. L’indebolimento dello zloty non permette di avvicinare l’Occidente. L’anno scorso lo stipendio medio in Polonia è stato di circa mille euro al mese. I salari polacchi espressi in euro hanno smesso di recuperare terreno rispetto ai salari dell’Europa Occidentale negli ultimi due anni. Le differenze salariali espresse in euro si notano, ad esempio, durante i viaggi di vacanza. In termini di parità di potere d’acquisto, il livello dei salari in Polonia sembra molto migliore. Il successo di Grecia e Portogallo in termini di salari e un significativo riavvicinamento con la Spagna può essere considerato un successo.

https://www.money.pl/pieniadze/slaby-zloty-utrudni-poscig-za-zachodem-jestesmy-niemal-tak-samo-biedni-jak-kilka-lat-temu-6790243956050688a.html

Quest'articolo è disponibile in: Italiano