Il futuro non è sicuro

0
227

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco

Il tempo futuro semplice nella lingua italiana, se non guardiamo le sue forme irregolari che semplicemente bisogna imparare a memoria, sembra non creare grossi problemi. A cosa serve il futuro semplice? Che stupida domanda! si potrebbe dire, già il nome indica che serve ad esprimere il futuro. Apparentemente sì, ma non sempre tutti i tipi di futuro e poi non solo il futuro.

Cominciamo con le sue funzioni più evidenti per passare poi a quelle meno tipiche:

1) Esprimere i piani lontani

Da grande farò il medico.  

A Natale andrò dai miei. 

Nel caso di quell’ultima frase si potrebbe usare, come nella lingua polacca, il presente e dire: A Natale vado dai miei. Se il Natale si sta avvicinando ed il mio piano è ormai deciso, tra l’altro spesso la probabilità del fatto sta da parte di chi lo dice, è assolutamente naturale usare il presente. La regola di usare appunto il presente in riferimento al prossimo futuro è molto importante perché sarebbe meno naturale se qualcuno dicesse Stasera andremo al cinema. Ognuno dirà piuttosto Stasera andiamo al cinema. Così come si dice anche nella lingua polacca. Possiamo anche dire Vado in vacanza a luglio anche se c’è ancora tempo, in tutte e due lingue usiamo senza problemi il presente. Come nella frase: Domani mi devo svegliare presto. Per riassumere: il futuro prossimo lo esprimiamo nel presente i piani più lontani invece esigono l’uso del futuro.

2) Esprimere promesse. In questo caso effettivamente è difficile promettere qualcosa a qualcuno senza usare il futuro, perciò diremo anche in polacco:

Non lo dimenticherò mai. 

L’anno prossimo smetterò di fumare, te lo prometto. 

3) Previsioni, il meteo. Come nel caso delle promesse anche qui dobbiamo usare il futuro ed allora:

Domani pioverà.  (in effetti non piove ancora, l’uso del presente farebbe confusione)

Tra un anno ci sarà la crisi. 

4) Esprimere un dubbio. Arriviamo finalmente alla cosa che non è più così evidente. E quindi l’uso del futuro per esprimere l’insicurezza, il dubbio, la presunzione, tutto però nel presente. Nella lingua italiana ci sono molti modi di farlo, nella lingua parlata quotidiana proprio l’uso del futuro è assolutamente naturale. All’inizio non è per noi veramente chiaro perché non lo facciamo così in polacco dove decisamente più spesso aggiungiamo una parola specifica come probabilmente, forse, magari che sottolinea la sensazione di insicurezza, dubbio o ipotesi. Gli equivalenti di queste parole a volte neanche ci sono in italiano in cui in questo caso proprio il futuro spiega tutto, usato spesso nella risposta o reazione ad una certa situazione:

Dov’è Marco?  Sarà ancora in ufficio. 

Che ore sono?  Saranno le dieci. 

Qui in polacco c’è un uso specifico della parola certamente che come si vede vuol dire che non è così certo. 

 D’altronde un concetto simile dell’uso del futuro esiste anche in polacco, solo che usato molto di meno e di solito nelle frasi in cui c’è un numero ad esempio: Quanti anni avrà? Ne avrà 30. Saranno simili le frasi che contengono una forma di dare retta o della concessione: Queste scarpe saranno pure belle ma a me non piacciono. O addirittura assurda a prima vista la figura retorica: Sarà pure vero ma io non ci credo.  

C’è ancora un’altra struttura della frase caratteristica per la lingua italiana che si basa proprio su questa funzione del futuro e sono le frasi che contengono le parole: sarà perché… Ad esempio:

Sono stanca…  Sarà perché lavori troppo.

Marco non è venuto, sarà perché non vuole vedere la sua ex.

Tutto ciò cambia un po’ la luce dell’importanza della lingua italiana. Si potrebbe maliziosamente dire che se per gli italiani tutto quello che è espresso nel futuro non è sicuro quindi anche le promesse e previsioni hanno ricevono un significato diverso. Infatti, la dichiarazione Arrivo subito sembra più convincente della prova dell’uso della forma futura del verbo arriverò che in questo caso è sbagliata. Scherzi a parte, non dimentichiamo però questa importante funzione del futuro. Alla fine, lo sappiamo tutti che il futuro non è sicuro.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco