LA MIA SICILIA IN MOTO

0
1351

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco

Come ricorderà chi segue i miei viaggi in moto, la scorsa estate ho compiuto questa piccola impresa coronando il sogno di percorrere le strade di Corsica, Sardegna e Sicilia in un solo viaggio. Della Corsica e della Sardegna qualcosa vi ho accennato, ma parlare della Sicilia, per un Siciliano che vive da tantissimi anni all’estero è cosi faticoso che quasi quasi scomoderei il poeta Catullo con il suo epigramma tratto dal Carme 85:

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior

Quasimodo lo traduceva così

Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile;
non so, ma è proprio così e mi tormento

Odio il lassismo di certi siciliani, il non apprezzare i doni della loro terra, talvolta il loro scarso senso civico ma dall’altro lato rimango catturato dalla bellezza dei paesaggi, dalle mescolanze etniche frutto di dominazioni secolari e dal calore del popolo che non ho avvertito né in Corsica né in Sardegna con cotanto vigore. Forse il fatto di aver poc’anzi osservato e salutato a modo mio la mia amata Honda transalp con la sella già un po’ impolverata in garage,  forse… forse quando l’utilizzo della moto viene meno, si amplificano i desideri che portano noi motociclisti verso percorsi virtuali dell’anima. La mia Sicilia, quella orientale, per intenderci, è come una tavolozza di colori e sapori molto variegata. Dal bianco della vetta dell’Etna al nero della sua stessa lava. Dal giallo e arancione degli agrumeti della piana di Catania ai rosa dei tramonti mozzafiato senza dimenticare le tonalità di blu intenso che solo il mio mare sa offrire. Godetevi quest’articolo ma soprattutto questa rassegna fotografica con un buon nero d’Avola o uno dei tanti vini pregiati dell’Etna. Se siete spesso sul web, ci terrei ad avere la vostra opinione su un piccolo video montato con il solo ausilio dello smartphone. Andate sul canale  youtube Gazzetta Italia e digitate: Tribute to Sicily.

Godetevi queste foto e pensate se  non è il caso di prenotare quest’estate un bel viaggio in Trinacria.
Lo farò anch’io ….. se Dio vuole…

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco