Ondata Covid, nel voivodato di Lublino la situazione più grave

0
89
cof

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Il ministro della Salute, Adam Niedzielski, alla conferenza a Legnica, ha affermato che “negli ultimi giorni abbiamo avuto a che fare con l’esplosione di una pandemia”. Il numero dei contagi raddoppia di settimana in settimana e se questa situazione continuerà, travolgerà tutte le previsioni che il governo polacco ha fatto finora. Niedzielski ha affermato che si tratta di un allarme rosso per la Polonia. Secondo il ministero della Salute la situazione sta diventando molto grave e il numero dei pazienti ospedalizzati è in aumento. La situazione in ogni voivodato è monitorata. Più di un terzo dei contagi giornalieri sono generati dai voivodati della Podlachia e di Lublino, dove la situazione è la più critica. Ci sono più letti occupati nel voivodato di Lublino che nel voivodato della Masovia. Nel Voivodato di Lublino, le ispezioni devono essere effettuate dagli ispettorati sanitari e dalla polizia, allo stesso modo nel Voivodato della Podlachia. Per ora però, come ha detto Niedzielski, “non si discute ancora sul lockdown”.Il ministro della Salute ha anche chiesto di usare le mascherine nei mezzi di trasporto. La polizia negli ultimi giorni ha ispezionato 2,5 mila mezzi di trasporto, e la politica degli ammonimenti o dei richiami si è trasformata in una politica di multe. Mercoledì alle 14:00 si terrà la riunione del Consiglio medico in cui il ministro della Salute parlerà delle possibili soluzioni a fronte del dinamico aumento dei contagi. Se la tendenza al rialzo continuerà, “dovremo adottare misure drastiche”, ha affermato Niedzielski. Nel corso dell’incontro si discuterà anche della terza dose del vaccino.

https://www.pap.pl/

Quest'articolo è disponibile in: Italiano