POLONIA OGGI: Ecco le proposte di legge sui prestiti in valute estere

0
1051

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Ieri Adam Glapiński, presidente della Banca Nazionale Polacca ed i rappresentanti della cancelleria del presidente dello Stato hanno presentato le proposte riguardanti la legge sui prestiti in valute estere (soprattutto in franchi svizzeri). Maciej Łopiński, segretario di Stato presso la Cancelleria del Presidente, ha informato che la prima fase del regolamento della questione dei prestiti in valute estere sarà la restituzione a chi ha chiesto i crediti dei cosiddetti spread (la differenza tra il corso d’acquisto e di vendita di una determinata valuta estera, tramite la quale le banche possono guadagnare, aggiungendola ai costi del prestito) di un valore superiore a quello consentito. Invece la conversione dei prestiti in valuta estera sarà un processo volontario, prolungato nel tempo. “Però se il processo di conversione dei prestiti verrà rimandato a lungo, il presidente presenterà il suo progetto di legge che prevede una conversione una tantum”, ha sottolineato Łopiński. Il progetto riguarderà i contratti di prestito stipulati dal 1° luglio del 2000 all’introduzione della “legge antispread” del 26 agosto 2011.

finanse.wnp.pl

Ulteriori informazioni: www.gazzettaitalia.pl/it/polonia-oggi

 

Quest'articolo è disponibile in: Italiano