Siria: l’organizzazione umanitaria polacca PMM aiuterà i campi profughi minacciati dal Coronavirus

0
337

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

L’organizzazione umanitaria dalla Polonia, PMM, fornirà aiuti e sostegno a 2,5 milioni di profughi nei campi provvisori di Idlib, nel Nord della Siria, dove ancora c’è la guerra. I campi profughi sono molto affollati: in una tenda vivono 2 o 3 famiglie. “Non esistono le fognature e i lavandini. Le toilette sono comuni per tutti. Non c’è nessun sistema di quarantena, né di sicurezza personale. Se l’epidemia di Coronavirus arriva qui avremo bisogno di ospedali, ambulanze, posti di quarantena, mascherine e scorte”, spiega Jamal Khattab, una delle dottoresse che lavorano all’interno dei campi. La PMM ha organizzato una raccolta fondi per preparare i campi della Siria per l’emergenza potenziale. Finora le autorità siriane hanno confermato 19 casi positivi di Coronavirus però nessuno tra i profughi. I medici che operano dai campi di sfollati hanno affermato di aver osservato in alcuni casi i sintomi del COVID-19 ma senza tamponi non è impossibile fare una diagnosi. I test per il Coronavirus verranno presto consegnati dalla WHO. Saranno necessarie anche medicine e indumenti protettivi per i medici. I dettagli della raccolta si trovano sul sito della PMM: www.pmm.org.pl.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano