Vertice italo-polacco a Varsavia tra i ministri della difesa Guerini e Błaszczak

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

“Questo incontro dimostra una volontà di lavoro comune che ha radici storiche molto profonde e che però sa guardare con grande impegno e solidarietà al futuro. Voglio ricordare Montecassino dove sono sepolti tanti soldati polacchi che hanno perso la vita nella Seconda Guerra Mondiale combattendo per la libertà della Polonia e dell’Italia”, così si è espresso il Ministro della Difesa italiano Lorenzo Guerini incontrando ieri sera la stampa locale al termine dell’incontro svoltosi a Varsavia con l’omologo polacco Mariusz Błaszczak. Al centro del colloquio la cooperazione bilaterale e industriale nel settore della Difesa, l’analisi degli scenari di sicurezza e le relazioni Nato e UE. Il Ministro ha espresso il grande apprezzamento per la professionalità, la capacità e la dedizione delle Forze Armate polacche e la grande soddisfazione per il livello di interazione operativa che si è sviluppata tra i nostri due Paesi nel campo della difesa che si esprime nelle molte attività di natura operativa; solo per citare le più rappresentative: la missione NATO in Kosovo (KFOR), l’enhanced Forward Presence in Lettonia per la deterrenza e la difesa del fianco est, UNIFIL in Libano e l’operazione EUNAVFORMED IRINI che risponde alla sentita esigenza di un Mediterraneo stabile e prospero.
Parlando della revisione del concetto strategico della NATO e della riflessione che si sta sviluppando in seno all’Unione Europea con lo strumento dello “Stategic Compass” il Ministro ha rimarcato che nell’incontro sono emerse le reciproche attenzioni dei due Paesi: la Polonia con una maggiore attenzione nel fianco est dell’alleanza e l’Italia nel fianco sud. Proprio per questo è stata condivisa la necessità che “la NATO abbia uno sguardo a 360° per meglio presidiare i propri interessi di sicurezza. C’è la necessità di un approccio omnicomprensivo che guardi tutte le direzioni dell’Alleanza Atlantica. Inoltre – ha proseguito Guerini – penso che Polonia e Italia insieme, pur partendo da esperienze diverse, possano portare un grande contributo alla riflessione che è in corso in seno alla NATO e all’Unione Europea”. Nell’ambito della cooperazione industriale il Ministro Guerini ha evidenziato gli importanti successi che sono stati raggiunti in passato e si è auspicato che questa possa proseguire e rafforzarsi con sempre più ambiziosi obiettivi e risultati e divenire, insieme, protagonisti e un riferimento in Europa. “L’Italia e l’eccellenza dell’industria italiana – ha dichiarato il Ministro – sono pronte a cooperare con la Polonia per soddisfare ogni esigenza di rinnovamento delle vostre Forze Armate, attraverso forme di accordo Gov-to-Gov e di cooperazione industriale per assicurare soluzioni economicamente competitive e tecnologicamente avanzate in tutti i settori: aeronautico e spaziale, marittimo e terrestre” ha concluso. Oggi nella Capitale polacca il Ministro Guerini, aprirà il panel di discussione “NATO Southern Flank and its impact on Euro-Atlantic security” nell’ambito del “Warsaw Security Forum 2021.

(Ministero della Difesa italiano)

Quest'articolo è disponibile in: Italiano