Home » Turismo » Polacchi in vacanza: mete esotiche o riscoperta del proprio paese?

Polacchi in vacanza: mete esotiche o riscoperta del proprio paese?

Piena estate, bel tempo, tutti sognano le vacanze. Ma i polacchi, dove e come preferiscono riposare? Quanto è cambiato il turismo in Polonia ultimamente? Quali sono i posti che vale la pena visitare? Andiamo a vedere!

Secondo i dati più aggiornati (Mondial Assistance) quest’anno 16 milioni di polacchi progettano un viaggio per le vacanze, tra questi quasi 6 milioni andranno all’estero. Le agenzie di viaggio offrono destinazioni sempre più interessanti, tentando i clienti con prezzi accattivanti e attrazioni.

Anche se le mete scelte, sono spesso Croazia, Spagna, Italia, Grecia e Turchia, rapidamente cresce il numero dei viaggi in luoghi esotici e lontani come Thailandia, Indonesia o Cina. Inoltre, non è difficile osservare il nuovo trend di riposo. Sempre più persone sostituiscono lo sdraiarsi con le braccia sotto la testa con un riposo attivo. Lo sport della vela, la subacquea, le escursioni in montagna, le gite in bicletta, sono solo alcuni dei modi più amati di passare il tempo libero durante le vacanze. Grazie ai tantissimi festival estivi, pian piano anche il turismo culturale guadagna popolarità: ogni anno molte città per i festival di musica, di film ed arte si riempiono di turisti.

Interessante la crescita del  numero dei polacchi che organizzano viaggi da soli, senza l’ausilio di una agenzia di viaggio. Perché? Le frontiere aperte, la conoscenza delle lingue, i voli low cost e prima di tutto l’uso di internet, che si rivela  un ottima fonte d’informazione: tutto questo consente di organizzare le nostre vacanze, abbastanza velocemente e in modo adeguato alle esigenze e alle caratteristiche personali. Coloro che non scelgono l’estero come metà delle loro vacanze scelgono mete più adatte per loro tra le tante attrazioni turistiche in Polonia.

Per fortuna non mancano certo in Polonia luoghi adatti alle vacanze, anche se spesso sono poco conosciuti, perché non sono presentati nelle guide più popolari, mete lontane dalle spiagge affollate e dalle masse degli escursionisti, itinerari turistici dove si può facilmente unire il riposo, la visita dei monumenti storici e l’attività sportiva. Ecco alcune interessanti proposte di destinazioni polacche:

Gi?e

Il villagio in provincia warmi?sko-mazurskie è situato in un paesaggio pittoresco, vicino a dei bellissimi laghi trasparenti. Un posto ideale per gli appassionati degli sport acquatici, per andare pescare, e soprattutto per coloro che desiderano godere della natura. Grazie alla nuova pista d’atterraggio, Gi?e è anche una ottima base per chi ha un ultraleggero (peso massimo 6000kg).

Palzzo di Krzy?topór a Ujazd e Coplesso Turistico a Ba?tów

Le rovine del palazzo (per sbaglio chiamato castello) svelano una struttura straordinaria: costituito da 365 finestre (i giorni dell’anno), 52 camere (il numero delle settimane), 12 enormi saloni (il numero dei mesi) e 4 torri (il numero delle stagioni).  Il palazzo Krzy?topór si trova solo a 50 km da Ba?tów, luogo pieno di attrazioni per tutta la famiglia con il parco dei dinosauri, il mini zoo, il parco giochi, la traversata con le zattere e tanti altri divertimenti che sicuramente garantiscono emozioni.

Le miniere della Slesia

Un posto diverso da tutti gli altri. La miniera “Guido” a Zabrze è situata in due profondità: 170 e 320 metri. Ci sono molte esposizioni e la sala di proiezione dov’è possibile vedere un filmato di come un tempo lavoravano le persone e i cavalli durante l’estrazione di carbone;  nello stesso tempo si può fare una gita sotterranea che difficilmente si dimenticherà.

Invece l’itinerario di Zabytkowa Kopalnia Srebra a Tarnowskie Góry (Miniera Storica d’Argento) in parte si percorre in barchetta.

Orla Per?

Questa è una proposta destinata solo ai turisti esperti. L’iterinario escursionistico in alta montagna, è uno dei più difficili non solo in Polonia ma in tutta Europa, ed è situato nel cuore dei Monti Tatra.

Il percorso che si snoda tra rupi e crepacci esige una buona preparazione e forma fisica. Però il mistero e la bellezza di Orla Per? vale ogni sforzo.} else {

Tags