[Aggiornamento 28.01.2021] Situazione attuale in Polonia rispetto all’epidemia di COVID-19

0
182

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

In Polonia si sono registrati ancora nuovi casi, ma con il numero complessivo dei malati attivi sostanzialmente stabile.

Il numero complessivo dei casi attivi è 209.330 (settimana scorsa 207.462), di cui in gravi condizioni 1.406 (settimana scorsa 1.597), ovvero circa lo 0,7% del totale. Gli ultimi dati al 28 gennaio 2021 mostrano un numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore di 7.156 nuovi infezioni registrate e 389 morti.

Il numero delle vittime nell’ultima settimana è stato ancora alto, ovvero 1.882 morti dal 14 gennaio (in calo rispetto ai dati della settimana precedente dove si sono registrati 2.105 morti).

Il Voivodato della Masovia (1.046), la Cuiavia-Pomerania (718), la Grande Polonia (669), la Pomerania (659) e la Slesia (557) sono i Voivodati maggiormente interessati da nuovi casi.

numeri dell’epidemia sono stabilizzati, ad oggi sono occupati 13.879 letti da pazienti COVID-19, 1.406 le terapie intensive.

Tutto il territorio polacco è ancora zona rossa con obbligo di mascherine nei luoghi pubblici, anche all’aperto. Sono chiusi bar, ristoranti, palestre, cinema e teatri, con alcune eccezioni e la presenza di diverse restrizioni sul numero di persone consentite nei negozi, nei centri commerciali e vincoli per l’esercizio dell’attività delle strutture alberghiere. Ristoranti, bar e caffetterie possono effettuare il solo servizio con consegna a domicilio o da asporto.

Nonostante numeri pandemici sostanzialmente stabili, il Governo polacco ha deciso prudenzialmente di estendere le misure di contenimento fino al 14 febbraio, concedendo la riapertura di tutti i negozi dei centri commerciali, di musei e gallerie d’arte.

Da segnalare questa settimana l’annuncio di importanti investimenti da parte di LG, che aumenterà la produzione di batterie per l’elettro-mobilità e di Amazon, che aprirà presto il suo portale e-commerce in Polonia.

Prosegue inoltre la campagna vaccinale in Polonia, che conta al 28 gennaio circa 1.008.253 persone vaccinate per il COVID-19.

Per quanto riguarda gli sposamenti, resta in vigore l’obbligo di quarantena di 10 giorni per gli ingressi in Polonia, anche da paesi europei, con mezzi di trasporto organizzati, salvo presentare test COVDI-19 negativo nelle 48 ore precedenti l’ingresso.

Si raccomanda di limitare gli spostamenti e monitorare i dati epidemiologici nel caso di viaggi programmati da e verso la Polonia, per il rischio di possibili nuove restrizioni sui voli e gli spostamenti.

***

Informazioni per i cittadini italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia tra cui le risposte alle domande:

  • Ci sono Paesi dai quali l’ingresso in Italia è vietato?
  • Sono entrato/a in Italia dall’estero, devo stare 14 giorni in isolamento fiduciario a casa?
  • Quali sono le eccezioni all’obbligo di isolamento fiduciario per chi entra dall’estero?
  • E’ consentito il turismo da e per l’estero?

Per gli spostamenti da e per l’Italia a questo link le informazioni del Ministero degli Esteri:
https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/

La situazione Polonia verrà aggiornata all’indirizzo: www.icpartners.it/polonia-situazione-coronavirus/

Per maggiori informazioni:
E-mail: info@icpartnerspoland.pl
Telefono: +48 22 828 39 49
Facebook: www.facebook.com/ICPPoland
LinkedIn: www.linkedin.com/company/icpartners/

Quest'articolo è disponibile in: Italiano