Assegnati i premi Kolos ai migliori viaggiatori

0
21

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Sabato scorso, a Gdynia, nel Parco Scientifico e Tecnologico della Pomerania, si è tenuto il 22esimo Incontro Nazionale di Viaggiatori, Marinai e Alpinisti, durante il quale sono stati assegnati i più importanti premi turistici polacchi: i Kolosy. Inizialmente, l’evento era previsto per metà marzo, durante i tre giorni dell’incontro, gli ospiti avrebbero avuto l’opportunità di vedere oltre un centinaio di rapporti di viaggio. Purtroppo, a causa della pandemia, gli organizzatori hanno deciso che l’incontro si terrà online ad ottobre in modo che si possa vedere gratuitamente la trasmissione della consegna dei premi Kolosy. Il vincitore del premio più importante il Super Kolos, per i risultati conseguiti nel 2019, è stato Ryszard Pawłowski. l premio è stato assegnato a lui per “per aver raggiunto undici cime di almeno ottomila metri, incluso l’Everest cinque volte, e di nuove vie e risalite sulle montagne dei cinque continenti”. Il Kolos nella categoria “viaggi” è andato ad Adela Tarkowska e Krzysztof Józefowski per essere stati aperti ad altre culture e persone e per la loro speciale empatia e perseveranza durante un viaggio di dieci anni in bicicletta attraverso sei continenti. Le onorificenze in questa categoria sono state ricevute da Rafał Wierzbicki per “il tentativo originale di viaggiare nel tempo” e per la diligenza nella ricostruzione dell’attrezzatura da viaggio del XX secolo, e da Dagmara, Dobrawa e Leszek Jurecki per aver trasmesso preziosi modelli alle giovani generazioni durante un viaggio in canoa con un bambino nell’area dell’arcipelago di Raja Ampat a Indonesia. Il Kolos nella categoria “obiettivo dell’anno” è andato ad Agnieszka Dziadek per aver completato un progetto triennale di attraversamento delle più famose vie di lunga distanza americane e aver conquistato la Tripla Corona dell’escursionismo. Le onorificenze sono state assegnate a Adam Grzegorzewski, Piotr Opacian, Grzegorz Rózik e Damian Wojciechowski per un viaggio in canoa sulle orme delle spedizioni ottocentesche di Aleksander Czekanowski, e a 167 partecipanti alla spedizione Bike Jamboree 2017-2019 per la realizzazione della prima staffetta ciclistica intorno al mondo. Il Kolos nella categoria “vela” è stato assegnato a Joanna Pajkowska per un viaggio solitario intorno al mondo senza scalo nei porti e senza finanziatori. L’onorificenza è stata assegnata anche a Filip Sułkowski per una crociera attraverso l’Atlantico su una barca a vela auto-costruita dotato solo di strumenti di navigazione di base. Tuttavia, non è stato assegnato quest’anno il Kolos per la “conquista alpinistica”. Solo Łukasz Dudka è stato premiato per la sua esibizione da solista in Tortour in Austria. Non è stato assegnato il Kolos nella categoria “esplorazione delle grotte”, ma lo Speleoclub di Wrocław è stato premiato per il collegamento di grotte nel massiccio dei Picos de Europa e il Speleoklub Bobry per l’approfondimento della Grotta Centrale in Tennegebirge nelle Alpi di Salisburgo. Oltre ai Kolosy, il vincitore del premio di Andrzej Zawada per il piano della spedizione più interessante, è stato Krzysztof Story in relazione al progetto di documentazione delle condizioni in cui vivono le tigri siberiane e malesi. La vincitrice del premio Sempre Giovani è stata Anita Pogorzelska per il suo viaggio in India, Bhutan e Nepal. E per la prima volta, il premio di Maciej Kuczyński, per l’autore del più interessante libro d’esordio sui viaggi, è andato a Cezary Borowy per “Spowiedź Hana Solo. Byłem przemytnikiem w Indiach (Confessione di Han Solo. Ero un contrabbandiere in India)”. Il Gran Premio della mostra Fotoglob è andato a Jakub Rybicki per la foto “Człowiek na drzewie (L’uomo sull’albero)”.

 

Quest'articolo è disponibile in: Italiano