“Boże ciało” e “Szarlatan” nominati agli European Film Awards

0
50

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

“Boże Ciało” di Jan Komasa ha ricevuto le candidature agli European Film Awards nelle categorie miglior film, regia, sceneggiatura (Mateusz Pacewicz) e attore (Bartosz Bielenia). L’opportunità di ottenere il premio per la miglior regia ce l’ha anche Agnieszka Holland regista di “Szarlatan”. Altri registi candidati ad essere premiati sono Pietro Marcello, Thomas Vinterberg, Francois Ozon e Maria Sodahl. I nominati per il miglior lungometraggio sono “Na rauszu” di Thomas Vinterberg, “Berlin Alexanderplatz” di Burhan Qurbani, “Malowany ptak” di Vaclav Marhoul, “Undine” di Christian Petzold, “Martin Eden” di Pietro Marcello e “Boże ciało” di Jan Komasa. Oltre a Bielenia le candidature per miglior attore le hanno ricevute Mads Mikkelsen, Viggo Mortensen, Elio Germano, Goran Bogdan e Luca Marinelli. In gara per la vittoria per la miglior attrice sono Nina Hoss, Natasha Berezhnaya, Marta Nieto, Andrea Braein Hovig e Ane Dahl Torp. Gli sceneggiatori nominati ci sono tra l’altro Mateusz Pacewicz, i fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo (“Złe baśnie”). “Gunda” di Viktor Kossakowski, “Little girl” di Sébastien Lifshitz, “Saudi Runaway” di Susanne Regina Meures, “Collective” di Alexandr Nanau, “Acasa, My Home” di Radu Ciorniciuc e “The Cave” di Feras Fayyad sono i film che hanno l’opportunità di ottenere il premio per il miglior documentario. La cerimonia virtuale di premiazione si svolgerà dal 8 al 12 dicembre. Gli European Film Awards sono i premi cinematografici più importanti in Europa assegnati dalla European Film Academy. Nel 1988 durante la prima cerimonia “Krótki film o zabijaniu” diretto da Krzysztof Kieślowski si è guadagnato il premio per il miglior film. Negli ultimi anni tra i premiati ci sono stati Dorota Kobiela e Hugh Welchman per il film d’animazione “Twój Vincent”, Anna Zamecka per il documentario “Komunia” e Paweł Pawlikowski per “Zimna wojna”.

 

Quest'articolo è disponibile in: Italiano