Guerra in Ucraina: esercito polacco pronto a reagire in caso di necessità, manifestazione davanti l’ambasciata russa

0
836

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

“Stanotte la Russia ha aggredito militarmente l’Ucraina. Pertanto, tutti i servizi, tutte le autorità statali competenti hanno avviato procedure relative a questo tipo di situazione”, ha affermato stamattina il portavoce del governo polacco Müller. “In queste ore si è svolta una seduta del Comitato Nazionale della Sicurezza con la partecipazione del primo ministro Morawiecki, del vice primo ministro Kaczyński  del ministero della difesa Błaszczak e del ministro degli affari interni Kamiński” ha aggiunto Müller precisando che la Polonia ha fatto una richiesta alla NATO per attivare l’articolo numero 4 del Trattato che prevede un incontro dei membri e un monitoraggio della situazione di potenziale e reale violazione di un stato membro della Nato.” Il portavoce ha confermato anche che le forze armate polacche sono pronte a reagire.” Il presidente Andrzej Duda ha detto stamattina che “Siamo vicini alla Ucraina sia come paese confinante, che come NATO e come Ue e speriamo che questa aggressione russa sarà presto fermata”. Intanto da stamattina c’è una manifestazione davanti all’ambasciata russa a Varsavia in cui campeggiano cartelloni con le scritte “Una Norimberga per Putin”, “Ucraina senza Putin”. Tra le altre conseguenze dell’aggressione militare c’è l’indebolimento dello złoty che attualmente perde 6 groszy sull’euro (cambiato a 4,64 zł) e 8 groszy sul dollaro (4,14 zł).

Polonia Oggi

Quest'articolo è disponibile in: Italiano