In fiamme il parco nazionale di Biebrza, almeno 3 mila ettari di vegetazione distrutti

0
376

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Il parco nazionale di Biebrza, il più grande di tutta la Polonia, sta bruciando. Il ministro dell’Ambiente Michal Wos ha fatto sapere attraverso Twitter “di aver ordinato l’intervento di tutti gli elicotteri in dotazione al dipartimento della Forestale mettendoli a disposizione dei vigili del fuoco che stanno combattendo l’incendio del parco nazionale di Biebrza”. Un primo focolaio di incendio ha distrutto 3.000 ettari di prati e boschi delle aree naturali più preziose. Ora il rogo si sta spostando a nord del parco. Nella lotta contro le fiamme al fianco dei vigili del fuoco di Bialystock collaborano militari delle Forze armate e circa 180 vigili del fuoco arrivati da Poznan e Cracovia. “La probabile causa dell’incendio è stata la noncuranza di qualche persona, una piccola scintilla ha causato un grande disastro. La situazione è molto dinamica e tragica. Questa zona è molto difficile da raggiungere per i vigili del fuoco. A questo si aggiunga che è stato un inverno particolarmente secco”, ha dichiarato Artur Wiatr dal Parco nazionale di Biebrza. Il parco copre un’area di circa 59 mila ettari. Nel parco vivono 49 specie di mammiferi, 271 specie di uccelli, 12 specie di anfibi e 5 specie di rettili. In queste aree si possono osservare oltre 700 specie di farfalle e 448 specie di ragno.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano