La solitudine della borghesia nel film della polacca Szumowska in concorso al Festival di Venezia

0
147

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Ieri alle 19 nella sala grande del Palazzo del Cinema si è tenuta la prima di “Non nevicherà mai più” (“Śniegu już nigdy nie będzie”), il film dei registi Małgorzata Szumowska e Michał Englert in concorso alla 77^ Mostra del Cinema di Venezia. Prima del grande gala i giornalisti hanno assistito alla conferenza stampa alla presenza dei registi e dell’attore protagonista Alec Utgoff, che gli spettatori conoscono per la famosa serie Netflix “Stranger things”. Il film tra ironia e realismo magico racconta la nuova borghesia ma come dichiara la regista non si tratta solo dei polacchi: “questo film non è solo sulla borghesia polacca, racconta un po’ la condizione della gente in tutta l’Europa, parliamo della ricca borghesia che dal punto di vista economico sta benissimo ma tutti sentono una profonda solitudine”, ha detto la Szumowska durante la conferenza stampa. Il film è stato già annunciato come il candidato polacco al premio Oscar.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano