Nuova modalità di trasmissioni dei canali televisivi, forte critica contro l’operato del governo

0
85

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Lunedì è iniziata l’ultima fase del cambiamento nello standard di trasmissione della TV terrestre. Il Ministro dell’Interno e dell’Amministrazione ha chiesto all’Ufficio delle Comunicazioni Elettroniche di ritardare fino alla fine del 2023 il processo di modifica dello standard di trasmissione. La questione è stata menzionata mercoledì 29 giugno in una conferenza stampa al Sejm dai politici del KO. Jan Grabiec, portavoce della Piattaforma Civica e presidente del Comitato per la digitalizzazione, l’innovazione e le tecnologie moderne del Sejm, ha affermato che si è trattato di uno scandalo perché le azioni del governo hanno portato a una situazione in cui la televisione indipendente, a parte la televisione governativa, è stata spenta su un multiplex che consente la ricezione universale della televisione terrestre. Ha sottolineato che non è un caso che la copertura televisiva indipendente sia stata ridotta, mentre la televisione governativa è stata garantita in una situazione privilegiata fino alla fine del 2023, e quindi fino alle prossime elezioni parlamentari. A suo parere, ciò indica l’intenzione del PiS di condurre una campagna elettorale ingiusta, che promuova un particolare partito e limiti l’accesso dei cittadini ai media che presentano diversi punti di vista. Iwona Śledzińska-Katarasińska, vicepresidente della commissione per la cultura e i media del Sejm, ha stimato che il problema riguarda circa 2,5 milioni di spettatori, che, come ha detto, “sono stati privati del diritto all’informazione”. TVN, Polsat, TV Puls e Kino Polska hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in merito al cambiamento dello standard di trasmissione delle stazioni televisive terrestri. “A seguito della decisione dell’Ufficio delle comunicazioni elettroniche su richiesta del Ministero dell’Interno e dell’Amministrazione, la televisione privata è stata trattata in modo diverso dalla televisione pubblica” possiamo leggere. Per alcune famiglie, la modifica della norma comporta la necessità di sostituire il televisore con un modello più recente o di riadattare il ricevitore precedentemente utilizzato . Pertanto, la legge sul sostegno alle famiglie è stata modificata. Ha istituito finanziamenti per l’acquisto di un ricevitore digitale, necessario per ricevere la televisione digitale terrestre.

https://www.pap.pl/aktualnosci/news%2C1271036%2Cko-pis-w-istocie-wylacza-stacje-prywatne.html 

Quest'articolo è disponibile in: Italiano