Polonia Oggi: Berlinale: Premio Bauer a Agnieszka Holland. Orso d’oro alla carriera alla costumista Milena Canonero

0
994

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Agnieszka Holland ha vinto il Premio Alfred Bauer al Festival del cinema di Berlino per il suo film “Pokot”. La storia si basa su un romanzo di Olga Tokarczuk e racconta le vicende della pensionata Janina Duszejko. Il Premio Alfred Bauer è assegnato al film che “apre nuove prospettive”. La regista ha dichiarato sabato che questo premio ha un grande significato per lei, perché in passato la stessa statuetta era stata vinta dal suo mentore e amico, Andrzej Wajda. “Il fatto che abbiamo vinto lo stesso premio è molto importante per me e mi spinge a proseguire il mio lavoro”, ha detto Holland. La regista polacca ha aggiunto che, in passato, i produttori di film vivevano in condizioni di sicurezza, rassicurati dalla presenza di un pubblico ben definito. “La maggior parte dei registi aveva paura di sperimentare e lasciare questa zona di sicurezza. Io ci sono riuscita ed è ottimo che questo sia stato apprezzato dal pubblico, dai critici e dalla giuria”, ha spiegato Holland. L’autrice di Pokot ha anche ricordato i grandi registi polacchi: oltre a Wajda, ha menzionato Krzysztof Kieslowski, Roman Polanski, Jerzy Skolimowski e Krzysztof Zanussi. Da segnalare anche l’assegnazione dell’Orso d’Oro alla Carriera alla costumista Milena Canonero, già vincitrice di 4 premi Oscar e storica collaboratrice di Kubrick: “Devo tutto a Stanley – ha dichiarato – È stato il mio grande maestro, un grande artista, un uomo straordinario, che aveva una visione più ampia degli altri. Io gli devo tutto”.

pap.pl

 

Quest'articolo è disponibile in: Italiano