Spopolamento delle città medio-piccole

0
125

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

“Nel 2021 durante la pandemia, 50.000 polacchi hanno lasciato le città per andare a vivere in campagna”, hanno dichiarato ieri gli esperti alla conferenza “Capire i cambiamenti demografici” che si sta svolgendo a Varsavia. L’ultimo movimento migratorio di tale portata dalle città alle campagne è stato registrato in Polonia prima della crisi finanziaria globale del 2008″,  ha sottolineato Andrzej Zborowski dell’Istituto di Geografia e Gestione del Territorio dell’Università Jagellonica. Secondo l’esperto, nel prossimo futuro l’influenza maggiore sul mantenimento di questa tendenza l’avranno le condizioni economiche del Paese e la disponibilità di crediti. “Se continuiamo a osservare la crescita economica, il deflusso dalle città verso le campagne continuerà”, ha detto Zborowski. Allo stesso tempo, i ricercatori osservano un preoccupante fenomeno di spopolamento delle città medie e piccole, che in passato erano centri industriali. Gli esperti giustificano questa situazione con la chiusura di fabbriche, al posto delle quali nessun’altra azienda ha creato nuovi posti di lavoro interessanti per i giovani.

https://forsal.pl/nieruchomosci/aktualnosci/artykuly/8459684,coraz-wiecej-polakow-opuszcza-miasta-by-zamieszkac-na-wsi.html

Quest'articolo è disponibile in: Italiano