Home » Arte » La Toscana e lo stile di Silvana Olmo

La Toscana e lo stile di Silvana Olmo

A Montecatini Terme, in Toscana, presso una delle vie graziose di questa cittadina italiana, puoi sentire il battere del polso del mondo fiabesco del Laboratorio Creativo di Silvana Olmo. Il Laboratorio è un negozio, una galleria degli oggetti vintage, ma anche uno studio di interior design. Qui nascono delle cose insolite, create dalla proprietaria che molto spesso usa le antichità recuperate, rianimate, che ritrovano nelle sue mani una vita nuova, l’anima che rispecchia la stessa sensibilità di Silvana Olmo. Sempre qui nascono i progetti degli interni e delle case intere. Delle case in stile toscano, sfumato dal carattere unico della stilista.

È una vera sfida per un nord-europeo, attraversare il mondo toscano immerso nel sole, stra-saturato dai colori, ed entrare in un interno affondato nella penombra, nel mezzo-segreto per scoprire quello che si cela. Ci vuole un’atmosfera di silenzio pazienza per leggere e capire fino in fondo il contenuto ricchissimo del Laboratorio Creativo.

Quasi tutta la superficie della parete dietro al bancale, davanti all’entrata, è coperta da un quadro imponente che una volta faceva parte dell’altare di una chiesa inglese. Sulle pareti laterali sono arazzi e vecchi dipinti. Sopra le teste dominano lampadari dalle forme fantasiose e soluzioni decorative insolite. Nei mobili antichi si celano i personaggi del mondo inconsueto di Silvana Olmo: figurini degli animali, le lepri dipinte sul lino, gli elementi decorativi recuperati da vecchi accessori.

A Silvana Olmo sin da bambina piaceva dipingere e lo faceva anche sotto l’occhio di maestri che le affidavano persino i loro registri, dove con la sua bellissima calligrafia metteva note importanti. Il desiderio di creare cose proprie le ha fatto compagnia per molto tempo finché un giorno ha deciso di uscire con la sua creatività presentandola alla gente. Ha iniziato dalla ceramica di… Boleslawiec. I piatti importati dalla Polonia hanno trovato un grande successo tra i primi clienti. E così nacque il Laboratorio Creativo. Il sogno più grande della fondatrice è stato quello di creare mentre l’interesse della gente per le cose che faceva era cresciuto rapidamente. Silvana ha iniziato a progettare gli interni, riempiendoli con oggetti rianimati e con questa atmosfera unica, irripetibile, che caratterizza tutto il suo lavoro.

Una delle realizzazioni recenti di Silvana Olmo è lo studio in una casa toscana classica. Vediamo come l’artigianato, le icone del design mondiale e l’arte plasmino insieme una composizione perfetta. La stanza fa parte della casa di Alessandro Rosano, fondatore e proprietario di un’azienda produttrice di orologi realizzati in legno recuperato. Il rispetto per le materie prime e per la natura è una caratteristica nobile comune per Silvana Olmo e per il suo cliente. Il frutto di questa collaborazione e dell’amicizia lo notiamo in questo spazio stupefacente. Il mobile protagonista, la scrivania diventa qui quasi un simbolo. La postazione di lavoro del padrone di casa è stata realizzata in legno recuperato dai vecchi pali veneziani che piantati in laguna subiscono un rapido degrado e devono essere sostituiti dopo qualche anno. Con lo stesso legno della scrivania ideata da Silvana Olmo Alessandro Rosano produce anche orologi esclusivi, firmati da WeWOOD. Ecco perché il piano della scrivania è una specie di insegna, di bigliettino da visita della mission del padrone di casa, e gli orologi sono una delle varie forme nelle quali lui stesso esprime il suo rispetto per la natura. La sua azienda, infatti da anni si occupa della forestazione del mondo piantando gli alberi su tutti i continenti.

Lo studio presenta una deliziosa combinazione cromatica. L’effetto cromatico enfatizza in maniera fantastica la luce toscana, assolutamente unica, tipica e addirittura magica. È la stessa che penetra i quadri rinascimentali, ben conosciuti a tutti, è la luce che ammorbidisce le linee e fa nascondere nella profondità della prospettiva qualcosa di segreto.

Questa luce regna nelle case toscane e costituisce uno dei componenti essenziali di ogni interno, non meno importante dei mobili, degli arredi o della gamma coloristica. Nello studio disegnato da Silvana possiamo notare un gioco sublime con questa luce la quale sembra di essere catturata dalla stilista e modellata agilmente lungo lo scaffale retroilluminato con una barra led.

Lo splendore degli interni toscani è racchiuso nella semplicità e nella fedeltà ai canoni architettonici. Ogni stanza in questa casa è arricchita con le strutture di travi di legno, tipiche dei soffitti toscani. Il cuore del salotto è un camino robusto, indispensabile in una casa rustica, decorato di pietra grezza anche quella sempre presente in una dimora toscana classica. I pavimenti sono rivestiti con la terracotta, le pareti trattate con un intonaco a calce colorato in pasta di tonalità calde. Colpisce l’utilizzo esclusivo delle materie prime naturali. Nessuna nota stonata, niente materiali sintetici.

Le stanze sono spaziose e non sovraccaricate di arredi. I mobili costituiscono gli oggetti di utilità per eccellenza: posti a sedere, tavoli, qualche mobile più piccolo che fa da appoggio per l’illuminazione e un po’ di oggettistica decorativa. Veramente e letteralmente ricchi sono soltanto i lampadari veneziani. Il resto del lusso consiste in una composizione virtuosa basata sulla naturalezza e sulla modestia.

Tags