Disposizioni sanitarie per chi atterra o parte dall’aeroporto Chopin di Varsavia

0
104

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

L’aeroporto Chopin di Varsavia ha informato sulle condizioni in base alle quali i viaggiatori dell’area Schengen possono essere esentati dalla quarantena obbligatoria. “I passeggeri in arrivo a Varsavia dall’area Schengen che hanno la conferma della vaccinazione contro il coronavirus o un antigene COVID-19 negativo o un test RT-PCR negativo (eseguito 48 ore prima di attraversare il confine polacco, contando dal risultato del test) possono essere esentati dalla quarantena obbligatoria”, recita il comunicato pubblicato sul sito web dell’aeroporto Chopin di Varsavia. La suddetta documentazione deve essere allegata alla Carta di posizione del passeggero o inviata all’indirizzo e-mail sekretariat@gssewarszawa.pl insieme ai dettagli del volo. I passeggeri in partenza da Varsavia possono eseguire i test in aeroporto, ma in anticipo, poiché il risultato del test RT-PCR è disponibile dopo 24 ore. L’aeroporto ha ricordato che il test rapido dell’antigene costa 200 zloty (PLN), il test RT-PCR – 520 zloty (PLN). L’aeroporto Chopin di Varsavia è il più grande aeroporto della Polonia. Nel 2020, lo scalo ha gestito 5.482 milioni di passeggeri, con una diminuzione del 70,9% rispetto all’anno precedente.

https://www.polskieradio24.pl/5/1222/Artykul/2684514,Lotnisko-Chopina-pasazerowie-strefy-Schengen-z-mozliwoscia-zwolnienia-z-kwarantanny

Quest'articolo è disponibile in: Italiano