In Polonia il primo sistema di controllo nazionale sul volo dei droni

0
453

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

L’agenzia di navigazione aerea Polacca (PAŻP) ha attuato il primo sistema tra i paesi europei di controllo del traffico aereo per droni PansaUTM. Il sistema consente la comunicazione digitale tra i controllori del traffico aereo e gli operatori dei droni, che migliorerà la sicurezza intorno agli aeroporti. Pansa UTM ha passato il processo d’accreditamento fatto da PAŻP e supervisionato dall’ente per l’aviazione civile ed è stato lanciato nelle zone controllate degli aeroporti a Poznań, Bydgoszcz e Modlin. La fine del processo di attuazione è previsto entro il secondo trimestre del 2020. Il viceministro delle infrastrutture nonchè rappresentante del governo sul l’aeroporto centrale di comunicazione (CPK), Marcin Horała ha affermato che cresce il numero degli aeromobili a pilotaggio remoto, quindi i droni devono essere trattati come utenti uguali dello spazio aereo. Horała ha sottolineato che il sistema è il primo di questo tipo in Europa, e che questo è un motivo di orgoglio. PAŻP ha spiegato che grazie a PansaUTM gli operatori di droni potranno controllare velocemente se c’è la possibilità di volo nella zona interessata, ma anche potranno presentare in via digitale il progetto di volo per ottenere il permesso se il volo non minaccia la sicurezza degli aeromobili.

Quest'articolo è disponibile in: Italiano