Un italiano vero racconta la magia dell’Ekstraklasa

0
129

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco

L’articolo è stato pubblicato sul numero 74 della Gazzetta Italia (aprile-maggio 2019)

Preferire Gornik Zabrze–Korona Kielce a un Milan–Juve? Guardare il Classico di Polonia tra Lech e Legia invece che il Clasico di Spagna tra Real e Barca? Sembra assurdo, invece è realtà. Che poi a preferire l’Ekstraklasa alla Liga o alla Serie A non sia un polacco, ma un italiano, questo è davvero fuori dal comune!

Johnny Damato

Stiamo parlando della pagina Facebook “CALCIO POLACCO–EKSTRAKLASA” che come obiettivo si prefigge quello di far conoscere il campionato polacco e i calciatori polacchi in giro per l’Europa a tutta Italia. È partito tutto dall’amore per la Polonia, vivo qui in pianta stabile da quasi 2 anni e ho unito questo amore per la Nazione alla mia passione per il Calcio e mi sono detto, ma perché non provare a raccontare l’Ekstraklasa agli italiani? Ci sono tante pagine polacche sulla Serie A o sulle squadre di Club italiani, ma un’ operazione al contrario, di un italiano che racconta l’Ekstraklasa, mi sembrava una perversione alquanto affascinante e mi sono convinto a raccontarla.

La Polonia ultimamente è fonte di grandissimi talenti per il calcio nostrano, ben 14 i polacchi nella nostra Serie A, superando di molto la Bundesliga, dove figurano solo 6 polacchi. L’exploit di Piatek, prima al Genoa e ora al Milan ha fatto sì che sempre più club italiani si interessassero all’Ekstraklasa, per cercare nuovi talenti a poco prezzo, per ottenere qualità e perché no, anche future plusvalenze. Certo, bisogna ammettere che il livello della Serie A polacca, ancora non è per palati fini. Sono ormai 2 anni che nessuna squadra di Ekstraklasa riesce a qualificarsi ai gironi di una competizione europea, ma la PZPN sta lavorando in tal senso. Ultimamente sono stato allo stadio a Poznan per il Classico di Polonia tra Lech e Legia e devo dire che la Polonia ha fatto un grande lavoro sulle strutture in occasione degli Europei del 2012 e su questo il Paese di Copernico ha stadi molto più funzionali rispetto ai nostri italiani ormai fermi agli anni 90’.

Parlando strettamente di calcio giocato, ovviamente le squadre più seguite sono il Legia Varsavia, campione in carica, il Lech Poznan e lo Jagiellonia Bialystok, ma ogni squadra dell’Ekstraklasa, soprattutto quelle di più antica tradizione, ha un buon seguito di tifosi sempre al proprio fianco. Quest’anno oltre al solito Legia, a giocarsi il campionato c’è anche il Lechia Gdansk che l’anno scorso si è salvata per il rotto della cuffia! Ed è per questo che amo l’Ekstraklasa, a differenza della Serie A dove vince sempre la Juve o in Germania e Francia dove vincono sempre Bayern e Psg, in Polonia la musica è diversa.

Oltre all’alternanza nella vittoria finale, scommettere sull’Ekstraklasa è un vero terno al lotto. L’ultima in classifica può vincere nettamente in casa della prima, una squadra che sta lottando per il titolo può improvvisamente crollare e rischiare di esser invischiata nella lotta per la retrocessione, non ci sono regole e tutto è imprevedibile. Di certo non ci si annoia! Per esempio quest’anno nella Puchar Polski, la Coppa di Polonia, la capolista della Serie B polacca, il Rakow Czestochowa ha dapprima eliminato il Lech Poznan e poi ai quarti niente di meno che il Legia; ora sono in semifinale: che possano loro sollevare la Coppa? Ma se i calciatori dell’Ekstraklasa non sono ancora così conosciuti in Italia, di certo lo sono i loro colleghi polacchi in giro per l’Europa. E nella nostra pagina ci sono ampi riferimenti ai vari Piatek che è diventato davvero un idolo al Milan, su Szczesny che vorrebbe alzare la Champions con la maglia della Juve, sui doriani Linetty e Bereszynski, sui napoletani Milik e Zielinski e ovviamente sul capitano Lewandowski che proprio la scorsa settimana è diventato il cannoniere straniero più prolifico della storia del Bayern Monaco. A proposito, si parla di un possibile addio al Bayern a fine stagione del Capitano polacco, che possa anche lui tentare l’avventura in Serie A? Sarebbe fantastico!

Se nemmeno tutte queste squadre e questi giocatori vi affascinano, a rendere interessante il calcio polacco ci pensano i tifosi. Mentre in Italia ci sono sempre più restrizioni e divieti per gli Ultras, in Polonia sono loro il vero spettacolo sugli spalti! Le coreografie con i fumogeni che offrono ogni weekend i tifosi polacchi, sono ormai conosciuti in tutto il Mondo e nelle partite più sentite, come il derby tra Wisla Krakow e Cracovia o nel match tra Lech e Legia, gli spalti sono una gioia per gli occhi.

Insomma il Calcio Polacco è in crescita e spero che grazie anche alla mia pagina, possa essere sempre più seguito in Italia e perché no in tutta Europa! Sognando una finale dell’Europeo tra Italia e la Polonia del tridente Lewandowski–Piatek–Milik, vi ringrazio per l’attenzione e vi invito a seguire numerosi la mia pagina Facebook “Calcio Polacco–Ekstraklasa”.

foto: Luca Sapienza

Quest'articolo è disponibile in: Italiano Polacco