Home » Panorama Polonia » L’industria del mobile: Italia e Polonia protagoniste

L’industria del mobile: Italia e Polonia protagoniste

Si è aperta ieri 17 Aprile a Milano, la 57° edizione del Salone del Mobile di Milano, il più grande e importante evento mondiale dell’arredamento e del design, che richiama ogni anno migliaia di visitatori da tutto il mondo (a questa edizione ne sono attesi ben 350.000!).

Il design, è uno dei simboli di eccellenza dell’Italia nel mondo ed il Salone di Milano è uno straordianario “happening” perchè non è solo una manifestazione fieristica ma è un’intera città che diventa vetrina del design mondiale. All’evento anche la Polonia è presente con la mostra “Polish Design. Tomorrow is Today”, nella quale viene presentato l’approccio unico della Polonia al design contemporaneo, come dimostrano anche le 8 Accademie di Belle Arti che hanno contribuito alla sua realizzazione.

Forse pochi fra i non addetti ai lavori, sanno che anche la Polonia è un importante produttore di mobili e si posiziona al sesto posto a livello mondiale (dati Eurostat 2015; l’Italia è al quinto) ed al quarto posto fra i paesi esportatori (L’Italia è terza). L’industria polacca del settore è in continua crescita ed è diventata uno dei grandi utilizzatori di macchinari e tecnologia di cui circa il 30% (per un valore di 170 milioni di Euro nel 2017) proviene dall’Italia, che insieme alla Germania domina il mercato delle macchine per la lavorazione del legno in Polonia.

Per questi motivi, l’ufficio Ice di Varsavia, in collaborazione con ACIMALL, Associazione di categoria, sta organizzando una importante missione di produttori polacchi in occasione della prossima fiera del settore, “Xylexpo”, che si svolgerà a Milano dall’8 al 12 Maggio 2018. Sicuramente una fiera meno “glamour”, ma di rilevanza mondiale, per quanto riguarda la tecnologia ed i macchinari, almeno pari a quella del Salone per i prodotti finiti.

Non è difficile prevedere un’ulteriore espansione dei rapporti tra le ditte dei due paesi e dell’interesse reciproco per i rispettivi mercati, vista peraltro la complementarietà delle produzioni: l’Italia eccelle nel prodotto finito, grazie ad alcuni marchi noti a livello mondiale, e la Polonia primeggia nelle forniture per grandi complessi residenziali e uffici, oltre che essere nota come uno dei più qualificati fornitori di IKEA, che ha in Polonia una importantissima base produttiva e logistica. Un altro tassello nel sempre più ricco e variegato panorama di interazione tra le industrie dei due Paesi.

Tags