Concessione polacca per la ricerca nell’Atlantico centrale

0
40
statek / nave

Quest'articolo è disponibile in: Italiano

Questa notizia è tratta dal servizio POLONIA OGGI, una rassegna stampa quotidiana delle maggiori notizie dell’attualità polacca tradotte in italiano. Per provare gratuitamente il servizio per una settimana scrivere a: redazione@gazzettaitalia.pl

Nel febbraio 2018, la Polonia ha firmato un contratto con l’Autorità internazionale dei fondali marini per l’esplorazione dei solfuri polimetallici (rame, argento, metalli preziosi e gli elementi delle terre rare) nella zona della faglia atlantica. Il vice ministro per il clima e l’ambiente e il capo geologo nazionale hanno informato che la selezione di un appaltatore per la ricerca geologica, idrogeologica e ambientale nella concessione polacca nell’Atlantico centrale è in fase di completamento. Il programma PRoGeO, che mira ad aumentare la sicurezza delle materie prime del Paese, prevede lo stanziamento di oltre 530 milioni di PLN per l’esplorazione geologica dei fondali oceanici tra il 2017 e il 2033. La licenza di esplorazione polacca nell’Atlantico centrale non è grande (10 mila chilometri quadrati). I depositi si trovano ad una profondità di circa 1400 a circa 2800 m. La concessione sarà disponibile per 15 anni con la possibilità di prolungarla ogni 5 anni.

https://www.pap.pl/aktualnosci/news%2C785678%2Cnajpozniej-pozna-wiosna-ruszy-pierwszy-rejs-badawczy-na-polska-koncesje-na

Quest'articolo è disponibile in: Italiano